Lavora con noi |  Archivio Documenti |  Fornitori |  Contatti 
it-ITen-GB

 

CdA Terna: approvati i risultati al 31 marzo 2017


NEWS

9

maggio 2017

    • Ricavi a 523,9 milioni di euro (517,2 milioni nel 1Q16, +1,3%)
    • EBITDA a 402,8 milioni di euro (395,1 milioni nel 1Q16, +1,9%)
    • EBIT a 272,8 milioni di euro (263,9 milioni nel 1Q16, +3,4%)
    • Utile netto di Gruppo del periodo a 179,3 milioni di euro (162,2 milioni nel 1Q16, +10,6%)
    • Indebitamento finanziario netto a 7.444,8 milioni di euro, in diminuzione di 514,1 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2016 

    L’Amministratore Delegato Luigi Ferraris ha illustrato i risultati del primo trimestre 2017, esaminati e approvati dal Consiglio di Amministrazione di Terna S.p.A. (“Terna”), riunitosi oggi sotto la presidenza di Catia Bastioli.

    “Sono molto orgoglioso dell’incarico che mi è stato affidato e intendo mettere al servizio di Terna la mia esperienza nel settore elettrico. Il Gruppo poggia su solide basi e su un Piano Strategico, che costituisce un importante punto di partenza del mio mandato di Amministratore Delegato. Proseguiremo la strategia di crescita sostenibile già avviata, per rafforzare il ruolo centrale di Terna nel settore elettrico italiano e accelerare l’evoluzione del Paese verso sistemi energetici con tecnologie e modelli di sostenibilità all’avanguardia.

    Terna chiude il primo trimestre del 2017 con risultati economico-finanziari in miglioramento. Sulla base di questi risultati, continueremo a perseguire i nostri obiettivi strategici, con l’impegno di mantenere l’attuale basso profilo di rischio e assicurare ai nostri azionisti un attraente e stabile ritorno del loro investimento.”

    RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI CONSOLIDATI DEL 1° TRIMESTRE 2017

    Milioni di euro

    I trimestre 2017

    I trimestre 2016

    Variazione %

    Ricavi

    523,9

    517,2

    +1,3%

    Ebitda (Margine operativo lordo)

    402,8

    395,1

    +1,9%

    Ebit (Risultato operativo)

    272,8

    263,9

    +3,4%

    Utile netto di Gruppo del periodo

    179,3

    162,2

    +10,6%

     

    I ricavi del primo trimestre 2017, pari a 523,9 milioni di euro, registrano un aumento di 6,7 milioni di euro (+1,3%) rispetto al corrispondente periodo del 2016. La variazione è imputabile all’aumento dei ricavi delle Attività Regolate.

    I costi operativi sono pari a 121,1 milioni di euro, sostanzialmente in linea rispetto al primo trimestre 2016 (-1 milione di euro).

    L’EBITDA (Margine Operativo Lordo) del periodo, pertanto, si attesta a 402,8 milioni di euro, in crescita di 7,7 milioni di euro (+1,9%) rispetto ai 395,1 milioni di euro del primo trimestre 2016.

    LEBITDA margin passa dal 76,4% del primo trimestre 2016 al 76,9% del primo trimestre 2017.

    Gli ammortamenti e svalutazioni del periodo, pari a 130 milioni di euro, si riducono di 1,2 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2016, principalmente per i minori ammortamenti dovuti alla revisione della vita utile delle linee elettriche, parzialmente compensati dall’entrata in esercizio di nuovi impianti.

    L’EBIT (Risultato Operativo) si attesta di conseguenza a 272,8 milioni di euro, rispetto ai 263,9 milioni di euro dei primi tre mesi del 2016 (+3,4%).

    Gli oneri finanziari netti sono pari a 20,5 milioni di euro, si confrontano con i 19,2 milioni di euro del primo trimestre 2016 (+1,3 milioni di euro) e registrano un costo del debito dell’1,45%, in linea con le indicazioni del Piano Strategico.

    Il risultato ante imposte si attesta a 252,3 milioni di euro, in crescita di 7,6 milioni di euro rispetto al dato del corrispondente periodo dell’esercizio precedente (+3,1%).

    Le imposte sul reddito sono pari a 73,7 milioni di euro e si riducono di 9,6 milioni di euro rispetto al corrispondente periodo del 2016 (-11,5%) essenzialmente per effetto della riduzione dell’aliquota IRES dal 27,5% al 24% per il 2017. Pertanto, il tax rate del periodo si attesta al 29,2% rispetto al 34% del primo trimestre del 2016.

    L’utile netto di Gruppo del periodo si attesta a 179,3 milioni di euro, in crescita di 17,1 milioni di euro rispetto ai 162,2 del primo trimestre del 2016 (+10,6%).

    Gli investimenti complessivi effettuati dal Gruppo Terna nei primi tre mesi del 2017 sono pari a 99,7 milioni di euro, in linea con la Guidance del Piano Strategico per il 2017, rispetto ai 157,9 milioni di euro nel primo trimestre dell’esercizio precedente, per via del differente mix dei progetti nel corso dell’anno.

    Tra i principali progetti del periodo si ricordano gli avanzamenti dei cantieri per le interconnessioni elettriche Italia-Montenegro e Italia-Francia e i lavori per il completamento del collegamento elettrico tra Capri e la penisola italiana.

    L’indebitamento finanziario netto si attesta a 7.444,8 milioni di euro, in diminuzione di 514,1 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2016 (7.958,9 milioni di euro), principalmente grazie alla forte generazione di cassa operativa e al miglioramento del circolante.

    La situazione patrimoniale consolidata al 31 marzo 2017 registra un patrimonio netto di Gruppo pari a 3.718,6 milioni di euro, a fronte dei 3.535,4 milioni di euro al 31 dicembre 2016.

    I dipendenti del Gruppo, a fine marzo 2017, sono pari a 3.881, in crescita di 12 unità rispetto al 31 dicembre 2016. Tale incremento è legato principalmente alla politica di recruiting di risorse per l’internalizzazione delle attività di gestione degli impianti acquisiti da FSI.

    EVENTI SUCCESSIVI AL 31 MARZO 2017

    In data 27 aprile 2017 l’Assemblea degli azionisti ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione e il nuovo Collegio Sindacale per il triennio 2017-2019.

    L’Assemblea in tale data ha approvato il Bilancio d’esercizio di Terna S.p.A. al 31 dicembre 2016, deliberando un dividendo di 20,6 €/cent per azione, in linea con la politica dei dividendi comunicata al mercato (+3% annuo). L’Assemblea ha anche approvato la Politica adottata da Terna per la remunerazione.

    In data 6 aprile 2017 il Ministero dello Sviluppo Economico ha notificato alla società Piemonte Savoia S.r.l. la conclusione positiva del procedimento di esenzione dell’Interconnector Italia-Francia, ai sensi dell’art.17 del Regolamento (CE) n. 714/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 13 luglio 2009, tenuto conto del Decreto Direttoriale MISE 20/07/2016 e del parere positivo rilasciato lo scorso 9/12/2016 dalla Commissione Europea ai sensi del Regolamento (CE) n. 714/2009.

    Informazioni sulla avvenuta cessazione del rapporto di lavoro e della carica di Amministratore Delegato di Matteo Del Fante

    A seguito del mancato rinnovo del mandato come consigliere di amministrazione del dott. Matteo Del Fante, sono state applicate le disposizioni contrattuali già previste all’atto della nomina nel 2014, approvate dal Consiglio di amministrazione della Società su proposta del Comitato per la Remunerazione e descritte nella Relazione sulla Remunerazione 2015, 2016 e 2017, così come valutate positivamente dall’Assemblea degli azionisti rispettivamente nelle sedute del 9/06/2015, del 30/5/2016 e del 27/4/ 2017.

    Di tale procedura è stata data informazione dal Comitato per le remunerazioni al Consiglio di Amministrazione del 15 marzo 2017.

    Di conseguenza, per l’Amministratore Delegato è stato previsto un trattamento di fine mandato e per il Direttore Generale, alla risoluzione del rapporto, è prevista la corresponsione di un’indennità in linea con le best practices e con quanto risultante dall’applicazione del CCNL per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi. Pertanto, per quanto riguarda l’indennità di risoluzione del rapporto e del mandato, è riconosciuto un importo complessivo lordo di 3.808.750 euro, in parte già erogato, che sarà interamente liquidato entro la fine di maggio 2017.

    Non sussistono patti di non concorrenza, né sono presenti Piani di Successione.

    Il presente Resoconto intermedio di gestione consolidato del Gruppo Terna al 31 marzo 2017, non sottoposto a revisione contabile, è stato redatto su base volontaria, ai sensi dell’art. 82 ter del Regolamento Emittenti Consob (come modificato dalla Delibera Consob n. 19770 del 26 ottobre 2016). In continuità con il passato, è garantita la coerenza e la correttezza delle informazioni finanziarie diffuse al pubblico e la comparabilità degli elementi informativi con i corrispondenti dati contenuti nei resoconti intermedi di gestione precedentemente diffusi.

    Il documento contenente il Resoconto intermedio di gestione consolidato del Gruppo Terna al 31 marzo 2017, sarà pubblicato entro il 15 maggio 2017, depositato a disposizione del pubblico presso la sede sociale, sul sito internet della Società (www.terna.it) e sul sito internet del meccanismo di stoccaggio autorizzato "1Info" (www.1info.it), nonché depositato presso la società di gestione del mercato Borsa Italiana S.p.A. (www.borsaitaliana.it). Sarà resa informativa in ordine al deposito.

    Si allegano gli schemi riclassificati del conto economico, della situazione patrimoniale-finanziaria e il cashflow del Gruppo Terna, che rappresentano la classificazione gestionale dei risultati utilizzata dal management per una più efficace valutazione delle performance economico-finanziarie del Gruppo Terna. Si precisa, ai sensi della comunicazione n. DME/9081707 del 16 settembre 2009, che tali schemi sono riportati nel Resoconto intermedio di gestione del Gruppo Terna al 31 marzo 2017 e non sono oggetto di verifica da parte della società di revisione.

    Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Tiziano Ceccarani, dichiara ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

    Alle ore 14,30 si terrà una conference call per illustrare i risultati del primo trimestre 2017 ad analisti finanziari e investitori, alla quale potranno collegarsi in modalità ascolto anche i giornalisti. Il materiale di supporto alla conference call sarà reso disponibile sul sito Internet della Società (www.terna.it), nella sezione Investor Relations/Presentazioni, in concomitanza con l’avvio della conference call stessa. Nella stessa sezione sarà inoltre possibile seguire la presentazione tramite audio webcasting. Le Presentazioni saranno altresì rese disponibili, via SDIR-NIS, sul sito internet di Borsa Italiana S.p.A. (www.borsaitaliana.it) e del meccanismo di stoccaggio autorizzato "1Info" (www.1info.it).

    Nel presente comunicato vengono utilizzati alcuni "indicatori alternativi di performance" (Ebitda, Ebitda margin e lndebitamento finanziario netto), il cui significato e contenuto sono illustrati qui di seguito in linea con la raccomandazione ESMA/2015/1415 pubblicata il 3 dicembre 2015:

    • Ebitda (margine operativo lordo): rappresenta un indicatore della performance operativa; è calcolato sommando al risultato operativo (EBIT) gli ammortamenti e svalutazioni;
    • Ebitda margin: rappresenta un indicatore della performance operativa; deriva dal rapporto tra il Margine Operativo Lordo (Ebitda) e i ricavi;
    • lndebitamento finanziario netto: rappresenta un indicatore della propria struttura finanziaria; è determinato quale risultante dei debiti finanziari a breve e lungo termine e dei relativi strumenti derivati, al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti e delle attività finanziarie.

     Per le tabelle vedi allegato

    Resoconto intermedio di Gestione al 31 marzo 2017


    Scarica il comunicato