Terna è un operatore di rete indipendente tra i principali protagonisti in Europa per chilometri di linee gestiti. L' assetto societario di Gruppo è costituito dalla holding, Terna Spa, da cui dipendono due società operative interamente controllate: Terna Rete Italia - Amministratore delegato Pier Francesco Zanuzzi - e Terna Plus, AD Luigi Michi, ciascuna con un proprio Consiglio di amministrazione.
Il servizio svolto da Terna in Italia è indispensabile per il funzionamento dell'intero sistema elettrico e per assicurare l'energia elettrica a tutti, cittadini e imprese.

Il ruolo da protagonista svolto rende Terna responsabile del servizio verso l'intera collettività nazionale anche se gli utenti finali del servizio elettrico non sono clienti diretti dell'Azienda, ma delle società di distribuzione e vendita dell'energia elettrica. Il senso di responsabilità per un servizio di interesse generale è parte fondamentale della cultura lavorativa aziendale. Gruppo Terna è una realtà di eccellenza italiana, con oltre 3.800 professionisti impegnati quotidianamente nella sicurezza del sistema elettrico nazionale. La società è responsabile della programmazione, sviluppo e manutenzione della Rete, coniugando competenze, tecnologie e innovazione in linea con le best practices internazionali.

Attraverso la società controllata, Terna Plus, è responsabile dello sviluppo dei nuovi business, sia in Italia che all'estero, e punta a cogliere le opportunità derivanti dalle discontinuità tecnologiche e dai trend caratterizzanti il settore dell'energia, quali: crescita delle fonti rinnovabili, evoluzione verso le Smart Grid, efficienza energetica. Nell’ambito della realizzazione delle ANR, Attività Non Tradizionali, il Gruppo attraverso Terna Plus, ha acquisito l’intero capitale di Tamini Trasformatori e delle Società controllate Tamini è una società operante nel settore della produzione e commercializzazione di trasformatori elettrici industriali e di potenza. E' proprietaria di 4 stabilimenti produttivi situati tutti in Italia a Legnano, Melegnano, Novara e Valdagno ed è leader globale nel design e nella produzione di grandi trasformatori industriali high tech.
In particolare, nel contesto italiano con Terna Rete Italia si impegna a:
- fornire un servizio con caratteristiche di sicurezza, affidabilità, qualità, continuità ed economicità mantenendo in costante equilibrio la domanda e l'approvvigionamento di energia elettrica;
- mantenere in efficienza e sviluppare il sistema di trasmissione;
- rispettare i principi di imparzialità e neutralità per assicurare parità di trattamento a tutti gli utilizzatori della rete.

La responsabilità riguarda sia l'operatività quotidiana sia il medio e il lungo periodo: la rete di trasmissione è un asset di Terna ma è anche un'infrastruttura fondamentale del Paese e la gestione di oggi, la manutenzione e lo sviluppo devono garantire efficienza e sicurezza nell'immediato e anche per il futuro.
Il Gruppo Terna costituisce un esempio di eccellenza come Gestore di rete di trasmissione indipendente, in linea con il modello di “separazione proprietaria” previsto dal 3° pacchetto energia dell'Unione Europea.
L’azionista di riferimento di Terna è CDP RETI con il 29,85%, mentre il 70% circa è ripartito tra investitori istituzionali e retail.

show-more

Come annunciato alla presentazione del Piano Strategico Analyst Presentation 2017, nei prossimi 5 anni il Gruppo Terna prevede investimenti per lo sviluppo della rete elettrica che raggiungeranno circa 4 miliardi di euro, superiori di circa il 30% rispetto a quanto previsto dal precedente Piano.
Tra le principali infrastrutture elettriche in corso di realizzazione si segnalano le interconnessioni con Montenegro e Francia, la cui entrata in esercizio è prevista nel 2019. Nell’arco di Piano saranno avviati il nuovo progetto SACOI3 (collegamento Sardegna, Corsica e Italia) e l’interconnessione elettrica Italia-Austria.

Sono, inoltre, previsti diversi interventi finalizzati ad accrescere la capacità di scambio fra le diverse zone del mercato elettrico italiano. Tra i principali progetti si segnalano quelli per le linee Colunga-Calenzano, Foggia-Gissi, Paternò-Pantano-Priolo e Chiaramonte Gulfi-Ciminna.
Il Piano Strategico 2017-2021 prevede il consolidamento nelle Attività Non Regolate di un approccio industriale fondato sulle competenze distintive del gruppo, posizionando Terna sempre più come un Energy Solution Provider.

Proseguono, inoltre, le attività per la realizzazione degli interconnector, che verranno finanziati con risorse di terzi.
Proprio in questa direzione, dopo l’acquisizione della rete elettrica in alta tensione delle Ferrovie dello Stato, il Gruppo ha siglato un accordo con Rete Ferroviaria Italiana (RFI) volto alla realizzazione e vendita a RFI di impianti fotovoltaici per una potenza fino a un massimo di 200 MW, che garantiranno una produzione di energia pulita fino a circa 300 GWh l’anno. Si tratta della prima grande operazione nel settore dell’energia fotovoltaica in Italia ad essere realizzata in un contesto di “grid parity”, in assenza cioè di incentivi statali e, quindi, senza oneri aggiuntivi per famiglie e imprese.
Forti di una leva basata sulle competenze maturate nel core business, si prevede che queste attività contribuiscano all’EBITDA del Gruppo per circa 350 milioni di euro nell’arco di Piano, con una media annua superiore del 40% rispetto al precedente Piano.
In linea con la strategia internazionale annunciata lo scorso anno, nel nuovo Piano Strategico è previsto un impegno di capitale fino a circa 250 milioni di euro per attività regolate all’estero, a supporto della crescita e della creazione di valore nel lungo periodo. Tali iniziative saranno selezionate attraverso processi di valutazione che garantiscano un basso profilo di rischio e una valorizzazione del ruolo industriale di Terna e potranno essere sviluppate anche in partnership.

Si ricordano, a livello internazionale, la gara vinta per la costruzione di oltre 200 km di linee elettriche in Uruguay (investimento di circa 70 milioni di euro) e l’accordo per l’acquisizione di concessioni per la costruzione e l’esercizio di due linee elettriche in Brasile, per una lunghezza complessiva superiore ai 500 km (investimento di circa 180 milioni di euro).

show-more

Per quanto riguarda i dati del 2016, i ricavi consolidati risultano pari a 2,1 miliardidi euro, in aumento rispetto ai 2.082 milioni di euro del 2015. L’EBITDA (Margine Operativo Lordo) è di 1,54miliardi di euro, in linea con il dato del 2015 (1.539 milioni di euro) e leggermente superiore alla guidance (1,53 miliardi di euro).
Gli investimenti totali del Gruppo ammontano a circa 900 milioni di euro.

show-more

Regulated
CAPEX DRIVEN

Domestic

Integration
of RHV Grid

Project delivery
accelaration

International

New
Approach

Non-Regulated

Domestic

Services

Tamini

Interconnectors

STRATEGIC MATRIX

Azionariato

Il capitale sociale di Terna S.p.A. iscritto al Registro Imprese alla data odierna ammonta a 442.198.240 di Euro ed è rappresentato da n. 2.009.992.000 di azioni ordinarie del valore nominale di 0,22 Euro ciascuna.

  • IT_8379_Immagine 1 Slider

ambiente

Ambiente e sostenibilità

18 protocolli firmati con gli enti locali anche attraverso la VAS per individuare le soluzioni migliori.

Approfondisci

Trasmissione dell'energia

310,2 terawattore
di energia gestita

Approfondisci