• Generale

    Qual è l’indirizzo della sede legale di Terna?
    Terna S.p.A. - Rete Elettrica Nazionale 
    Roma - Viale Egidio Galbani, 70 - 00156 
    tel. +39 06 8313 8111

     
    Quali sono gli indirizzi delle sedi di Terna sul territorio nazionale? 
    Torino: Corso Regina Margherita, 267 – 10143 Torino tel. 011 2065501
    Milano: Via Galileo Galilei, 18 – 20016 Pero (MI) tel. 02 23214511
    Padova: Via S. Crispino, 22 – 35129 Padova tel. 049 2962111
    Firenze: Via dei Della Robbia 41 – 5r – 50132 Firenze tel. 055 5244011
    Roma: Via della Marcigliana, 911 – 00138 Roma tel. 06 83138111
    Napoli: Via Aquileia, 8 – 80143 Napoli tel. 081 3454469
    Palermo: Via Castellana, 195 - 90135 Palermo tel. 091 5004872
    Cagliari: Piazza Deffenu, 1 – 09125 Cagliari tel. 070 3529211

     
    Qual è l’attività di Terna? 
    Il compito di Terna è quello di assicurare alla collettività un servizio di interesse pubblico: la trasmissione di energia elettrica. Pertanto Terna si occupa della gestione, manutenzione e sviluppo della rete di trasmissione nazionale, nonché della gestione dei flussi di energia attraverso il sistema di dispacciamento. 

     
    Quanto pesa la trasmissione sulla bolletta degli italiani? 
    Terna pesa per meno del 3% sul valore della bolletta elettrica che paga il cliente finale 

     
    Quali sono le fonti di energia? 
    Le fonti di energia si dividono in convenzionali e rinnovabili. Le fonti convenzionali sono carbone, olio combustibile e gas naturale. Sono considerate fonti rinnovabili il sole, il vento, le risorse idriche e geotermiche, le maree, il moto ondoso e le trasformazioni in energia elettrica dei prodotti vegetali e dei rifiuti organici e inorganici.
  • Sostenibilità

    Cos’è la sostenibilità?
    La sua prima definizione risale al 1987 quando la World Commission on Environment and Development, nota anche come Commissione Brundtland, nel suo Rapporto “Our Common Future”, affermò che il mondo si trovava dinnanzi ad una “sfida globale” che andava affrontata adottando un nuovo modello di sviluppo, definito “sostenibile”. Il passaggio più noto lo descrive come “uno sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la possibilità che quelle future riescano a soddisfare i propri”.

    Cos’è la sostenibilità per le imprese?
    La sostenibilità riferita alle imprese è una leva strategica per creare valore, costruire e mantenere il loro capitale reputazionale, anticipare i rischi e ridurre i costi attraverso la definizione, l’implementazione e il monitoraggio di policy e sistemi gestionali, la definizione di obiettivi e la misurazione dei risultati che devono essere comunicati in modo completo e trasparente agli stakeholder.

    Cos’è la sostenibilità per Terna?
    Il riferimento principale dell’approccio di Terna alla sostenibilità è costituito dal suo impegno per il servizio, indispensabile per il funzionamento dell’intero sistema elettrico e per garantire l’energia elettrica a tutti i cittadini. Strettamente connessa alla responsabilità per il servizio vi sono il rispetto per l’ambiente e per le comunità locali, l’attenzione alla sicurezza sul lavoro e alla formazione del personale. Tale approccio, i cui fondamenti sono espressi nel Codice Etico, è funzionale alla creazione di valore e trova un riscontro puntuale nella crescente attenzione per Terna degli investitori socialmente responsabili (SRI).

    Quali sono le aree in cui si articola la Responsabilità Sociale d’Impresa di Terna?
    Terna riconosce quattro aree di responsabilità, le tre tradizionali in cui si articola la Responsabilità Sociale d’Impresa (economica, ambientale e sociale) cui aggiunge quella per il servizio elettrico, specifica della sua mission.

    • Responsabilità del servizio elettrico: fornire un servizio sicuro, affidabile, continuo ed economico, mantenere efficiente il sistema di trasmissione pianificando anche interventi di sviluppo e manutenzione e assicurare a tutti gli utilizzatori della rete parità di trattamento, secondo principi di imparzialità e neutralità.
    • Responsabilità economica: realizzare con tempestività gli interventi previsti dal Piano di Sviluppo della rete, cercare l’efficienza operativa e l’ottimizzazione della struttura del capitale, sviluppare le attività non regolamentate e acquisire nuovi asset, in particolare delle residue porzioni di Rete di Trasmissione Nazionale non ancora possedute da Terna.
    • Responsabilità ambientale: trovare un giusto equilibrio tra esigenze energetiche e salvaguardia dell’ambiente e del territorio attraverso soluzioni che assicurino al Paese l’energia elettrica di cui ha bisogno alle migliori condizioni di affidabilità, costo e sostenibilità ambientale.
    • Responsabilità sociale: valorizzare le persone di Terna, depositarie di competenze tecniche distintive che consentono di garantire alla collettività un servizio professionale ed efficace; presidiare la sicurezza e la prevenzione degli infortuni per garantire l’integrità fisica delle persone, sviluppare e mantenere il sistema delle relazioni industriali e, verso l’esterno, restituire valore alle comunità in cui l’Azienda opera attraverso il sostegno a iniziative sociali, culturali e umanitarie.

    Quali sono le iniziative di Terna nella comunità?
    Coerentemente con la propria politica di Corporate Giving, nel 2010 Terna ha confermato il proprio sostegno a favore di iniziative sociali, ambientali, umanitario e culturale in linea con le strategie aziendali. Tra le più significative del 2010 si segnalano: - la conclusione di un grande progetto di volontariato d’impresa che ha visto alcuni dipendenti di Terna impegnati come volontari nella costruzione di una linea elettrica a Kami, in Bolivia, - la terza edizione del Premio Terna per l’arte contemporanea e - “Vota il tuo Valore”, l’iniziativa di solidarietà aziendale collegata all’adesione dei dipendenti ai principi generali e ai valori di Terna che, con il loro voto, hanno indirizzato la destinazione di contributi a progetti con essi coerenti.

    Quali sono le iniziative di Terna per la biodiversità?
    Nel 2009 Terna ha siglato un accordo triennale di partnership strategica con il WWF finalizzata alla considerazione delle strategie di conservazione eco-regionale del WWF nei criteri di pianificazione della rete elettrica. Completa questo accordo una serie di interventi di ripristino e mitigazione ambientale in alcune oasi del WWF, i primi dei quali si sono conclusi a inizio 2011 presso le Oasi toscane di Stagni di Focognano (FI) e Padule-Orti Bottagone (LI).
    Con LIPU-Lega Italiana Protezione Uccelli Terna sta conducendo ricerche scientifiche sulle interazioni tra le linee elettriche ad alta tensione e l’avifauna. Terna infine asseconda da anni la propensione di alcune specie di uccelli, in particolare rapaci, ad utilizzare i tralicci come torri di avvistamento e luoghi per nidificare installando, in collaborazione con l’associazione scientifica Ornis italica, nidi artificiali sui propri tralicci. Dagli oltre 500 nidi installati si involano ogni anni oltre 1000 nuovi nati tra gheppi, assioli e falchi pellegrini. Dal 2010 anche la ghiandaia marina, una specie migratoria a rischio, ha scelto i nidi di Terna per riprodursi.

    In quali indici di sostenibilità è inclusa Terna? Gli indici di sostenibilità sono indici borsistici che monitorano l'andamento delle performance ESG (Envirnonmental, Social and Governance) delle imprese quotate valorizzando le eccellenze. Il percorso di Terna è iniziato nel 2005 con l’inclusione nei FTSE4Good Global e Europe ed è quindi proseguito con l’ingresso in AXIA Ethical e CSR, negli ECPI (Ethical Global, Ethical Euro ed Ethical EMU) e nei MSCI (Global Sustainability e Europe Sustainability). Nel 2009 l’Azienda è entrata nell’ASPI Eurizone e negli Ethibel (Excellence e Sustainability ESI Europe) e, a settembre, nel Dow Jones Sustainability Index World. Nel 2010 Terna è stata inclusa anche nel selettivo Dow Jones Sustainability Index Europe e nei FTSE ECPI (Italia SRI Benchmark e Italia SRI Leaders).

    Quali sono gli indicatori di sostenibilità adottati da Terna? Coerente con la logica di trasparenza propria delle politiche di responsabilità sociale, Terna pubblica ogni anno il suo Rapporto di sostenibilità, redatto in base alle linee guida definite dal GRI – Global Reporting Initiative, lo standard internazionale di rendicontazione stabilito dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e sottoposto a verifica da parte di una società esterna. Dal Rapporto 2009 Terna si colloca, per trasparenza e completezza delle informazioni fornite, al livello A+, il massimo previsto per l’applicazione delle linee guida GRI.

  • Investor Relations

    Quando sarà il vostro prossimo comunicato sui risultati? 
    Le date delle trimestrali e relative conference call sono annunciate nel comunicato stampa di fine anno e riassunte nel calendario societario.

     
    Gli analisti e le agenzie di rating come valutano Terna? 
    In questa pagina è possibile trovare i rating assegnati a Terna 

     
    Qual è la struttura del debito di Terna? 
    In questa pagina è possibile trovare i dati relativi alla struttura del debito

    Nel sito web è disponibile la relazione annuale? 
    La relazione annuale è disponibile nella sezione Bilanci e Relazioni.

     
    Qual è la vostra ultima presentazione? 
    Le nostre presentazioni sono disponibili nell’area Investor relations del sito internet.

     
    Quando sarà pagato il prossimo dividendo? 
    Le notizie relative all’approvazione delle trimestrali e al pagamento dei dividendi vengono pubblicate in un unico comunicato stampa annuale e sul calendario societario.

     
    Qual è il rendimento del dividendo sulle azioni di Terna?
    Nell’area Investor Relations del sito è possibile calcolare il rendimento delle azioni Terna.

     
    Qual è l’ammontare dell’ultimo dividendo? 
    L’ammontare del dividendo per l’esercizio in corso è comunicato nell’informazione ai mercati e ai media di approvazione di bilancio.

     
    Qual è la politica dei dividendi di Terna?
    Per informazioni sulla politica dei dividendi di Terna vi invitiamo a consultare la sezione Dividendi.

     
    Quali sono gli indici di cui fa parte Terna? 
    Nell’area Investor Relations del sito è disponibile l’elenco degli indici di cui fa parte Terna.

     
    Qual è la capitalizzazione di mercato di Terna? 
    Nella pagina Azioni Terna è possibile trovare l’evoluzione della capitalizzazione di mercato di Terna.

     
    Qual è il consenso degli analisti su Terna? 
    Clicca qui per vedere la copertura degli analisti sul titolo Terna. 

     
    Qual è il codice ISIN delle azioni di Terna? 
    E’ possibile trovare il codice ISIN delle azioni Terna nella sezione Azioni Terna del sito internet.

     
    Qual è il valore nominale delle azioni di Terna? 
    Per conoscere il valore nominale delle azioni di Terna vi invitiamo a consultare la pagina Azionariato.
     
    Quando è stata quotata Terna? 
    Terna è stata quotata il 23 Giugno 2004 al prezzo di euro 1.70.
     
    Dove sono quotate le azioni di Terna? 
    Le azioni di Terna sono quotate alla Borsa Italiana (ticker Bloomberg TRN IM; Ticker Thomson-Reuters: TRN MI).

    Dove posso trovare l’aggiornamento in tempo reale del valore delle azioni di Terna? 
    L’aggiornamento in tempo reale del valore delle azioni Terna è disponibile nella sezione Andamento del titolo.
     
    Dove posso trovare il numero delle azioni di Terna in circolazione? 
    Il numero delle azioni di Terna in circolazione è disponibile nella sezione Azionariato.
     
    Dove posso ottenere le quotazioni aggiornate delle azioni di Terna e il loro rendimento? 
    Le quotazioni aggiornate e il rendimento delle azioni Terna sono disponibili nella sezione Grafici Titolo Terna.
     
    Quali sono i ticker più comuni per le azioni di Terna? 
    I ticker più comuni sono Bloomberg: TRN IM; Thomson Reuters: TRN MI.
     
    Dove posso calcolare il Rendimento Totale per gli Azionisti delle azioni di Terna?
    E’ possibile calcolare il rendimento totale per gli azionisti nella sezione Rendimento dell’azione Terna.
     
    Sono un investitore istituzionale. Chi devo contattare per ottenere informazioni sulle tendenze finanziarie ed economiche di Terna? 
    Per informazioni cliccare qui.
     
    Sono un investitore retail.Chi devo contattare per ottenere informazioni sulle tendenze finanziarie ed economiche di Terna? 
    Per informazioni cliccare qui.
     
    Come posso contattare il settore Investor Relations di Terna? 
    Per contattare il settore Investor Relations di Terna cliccare qui.
     
    Dove si trova il Regolamento di Terna per le assemblee degli azionisti? 
    Nella sezione Assemblee degli Azionisti è disponibile sia il Regolamento Assemblee sia una serie di altre informazioni relative alle assemblee di Terna.
     
    Dove posso trovare la remunerazione degli Amministratori? 
    La remunerazione degli Amministratori è disponibile nella sezione Consiglio di Amministrazione.
     
    Quali sono i comitati di controllo ?
    I comitati di controllo sono descritti nella pagina Corporate Governance.
     
    Cosa contiene la disciplina dell’Internal Dealing? 
    Le informazioni sulla disciplina dell’Internal Dealing sono disponibili nella sezione Internal Dealing.
     
    Qual è il modello organizzativo di Terna? 
    Per informazioni sul modello organizzativo cliccare qui.
     
    Dove posso trovare la vostra ultima relazione annuale sul sistema di Corporate Governance? 
    La relazione è contenuta nella sezione Sistema di Corporate Governance.

    Dove posso trovare il Codice Etico di Terna? 
    Il documento è disponibile nella sezione Codice Etico.
     
    Dove posso trovare il vostro ultimo Statuto Aziendale? 
    Il documento è disponibile nella sezione Statuto Sociale.
     
    Qual è la vostra società di revisione? 
    Per informazioni sulla Società di Revisione cliccare qui
     
    Chi sono gli azionisti di Terna? 
    Per informazioni sugli azionisti di Terna vi invitiamo a consultare la sezione Azionariato.
     
    Qual è la percentuale di Investitori Retail nel capitale azionario di Terna? 
    Per informazioni sugli azionisti di Terna vi invitiamo a consultare la sezione Azionariato.
  • Human Resources

    In che modo posso inviare il mio CV a Terna?
    Il canale attraverso il quale Terna reperisce le candidature è un apposito spazio del sito Internet dove è possibile inserire il proprio cv.

    Non riesco ad inserire il cv on-line. Cosa posso fare?
    Per ricevere assistenza può inviare una segnalazione all’indirizzo e-mail supporto@terna.it, al quale indicare la difficoltà riscontrata nell’inserire il CV on line.

    Qual è l’iter di selezione adottato da Terna?
    Per la selezione di neo-laureati o diplomati, in linea generale, si utilizza l’assessment center ed uno o più colloqui tecnici-professionali. Per le selezioni delle restanti tipologie si utilizza una sequenza di colloqui che mirano ad accertare la corrispondenza complessiva al profilo ricercato. Il primo colloquio è sempre effettuato da specialisti HR, i successivi sono effettuati dai gestori HR e i Direttori/Responsabili di Funzione cui la risorsa è destinata. L'iter di selezione , in linea generale, viene svolto a Roma, sede generale di Terna.

    Che tipo di collaborazione è possibile attivare con Terna?
    Nell’ambito dei rapporti e delle convenzioni con Università e Business School è possibile attivare tesi, stage, tirocini, project work, borse di studio ed anche scambio di know-how con la presenza di docenti universitari nei corsi di formazione dell’azienda e di nostri esperti (manager, professional, specialisti) nei corsi di laurea impegnati in seminari di approfondimento o in interventi di orientamento al mondo del lavoro.

    In che modo posso inviare richiesta di tirocinio/stage/borsa di studio?
    Le richieste vanno inoltrate, dall’Istituzione e/o dal diretto/a interessato/a, all’indirizzo e-mail selezione@terna.it della Direzione Risorse Umane e Organizzazione che, valutato l’interesse e fattibilità, provvede a individuare ed assegnare un tutor aziendale ed a perfezionare la stipula.

    Come si articola un tirocinio in Terna?
    I tirocini sono rivolti a studenti del corso di laurea triennale e/o specialistica. Il tirocinio può essere finalizzato allo sviluppo della tesi di Laurea o all’acquisizione di crediti formativi universitari (CFU). I tirocini hanno normalmente una durata di 6 mesi e sono svolti presso le sedi Terna su tutto il territorio. Ogni tirocinante è seguito da un tutor aziendale nello svolgimento del progetto formativo/tesi condiviso con l’Ateneo di provenienza. Non è previsto un contributo spese.

    Come si articola uno stage in Terna?
    Gli stage sono rivolti a studenti che hanno conseguito la laurea triennale e/o specialistica. Gli stage normalmente una durata di 6/12 mesi e sono svolti presso le sedi Terna su tutto il territorio. Ogni stagista è seguito da un tutor aziendale nello svolgimento del progetto formativo condiviso con l’Ateneo di provenienza. È previsto un contributo spese.

    A chi devo rivolgermi per organizzare una visita guidata degli studenti a un impianto Terna?
    La richiesta va inoltrata, dall’Istituzione Scolastica/Universitaria interessata, all’indirizzo e-mail selezione@terna.it della Direzione Risorse Umane e Organizzazione. Per ulteriori informazioni clicca qui.

    Qual è la politica di Terna verso le categorie protette?
    Inserimenti di appartenenti a categorie protette, aventi profili utilmente inseribili in azienda, avvengono periodicamente in realtà territoriali interessate dagli accordi con gli Uffici Provinciali del Lavoro.

  • Sistema Elettrico

    Che cos'è il dispacciamento?
    L'energia elettrica non si può immagazzinare. E' quindi necessario produrre, istante per istante, la quantità di energia richiesta dall'insieme dei consumatori (famiglie e aziende) e consegnarla sulla rete di trasmissione nazionale in modo che l'offerta e la domanda di elettricità siano sempre in equilibrio, garantendo così la continuità e la sicurezza della fornitura del servizio. La gestione di questi flussi di energia sulla rete si chiama dispacciamento.

    A chi appartiene la rete di trasmissione?
    Terna è il principale proprietario della Rete di Trasmissione Nazionale di Energia elettrica e possiede oltre 63.500 km di linee ad alta tensione distribuite su tutto il territorio nazionale e 431 stazioni elettriche di trasformazione e smistamento.

    Qual è l'attività svolta dal Centro Nazionale di controllo?
    Assicura il funzionamento del sistema elettrico nazionale nelle condizioni di massima sicurezza, per garantire la continuità e la qualità del servizio elettrico. A tal fine il Centro Nazionale di Controllo acquisisce, istante per istante, tutti i dati e le informazioni sullo stato del sistema elettrico e, in relazione all'andamento della domanda di energia elettrica, attua azioni per garantire l'equilibrio tra domanda e offerta.

    Cos'è il Piano di sviluppo della rete elettrica di trasmissione nazionale?
    Il Piano di Sviluppo della rete elettrica di trasmissione nazionale è un documento che Terna elabora ogni anno e che riporta tutti gli interventi di sviluppo sulla Rete di Trasmissione già avviati o da avviare nel decennio di riferimento. Per ogni regione, gli interventi sono raggruppati in base al livello di tensione e per tipologia (stazioni, raccordi ed elettrodotti). Una volta redatto, il Piano viene trasmesso alle Regioni interessate e al Ministero dello Sviluppo Economico che ne verifica la rispondenza alle norme di legge, agli indirizzi strategici ed operativi definiti dallo stesso e agli obiettivi derivanti dalla Concessione.

    Che cos'è l'Interconnessione?
    Gli scambi di energia elettrica tra Paesi confinanti (l'interconnessione) rivestono un ruolo importante nelle politiche europee di costituzione del mercato unico. Attualmente la Rete elettrica italiana è "interconnessa" con le reti dei Paesi confinanti attraverso 22 linee che la collegano con Francia, Corsica, Svizzera, Austria, Slovenia e Grecia.

    Quando si è verificata la punta massima di richiesta di energia elettrica?
    56.822 MW: è il nuovo record storico assoluto di potenza massima richiesta sulla rete elettrica italiana. Il valore, registrato martedì 18 dicembre 2007 alle ore 17 in una giornata caratterizzata da temperature particolarmente rigide, è superiore di 233 megawatt rispetto al record precedente (56.589 MW, 20 luglio 2007) e di 2.435 MW (+4,5%) a confronto con il record invernale del 2006 (54.387 MW, 13 dicembre 2006).

    Qual è l’organo preposto alla elaborazione e diffusione delle statistiche relative al sistema elettrico nazionale?
    L’Ufficio statistico di Terna, inserito nel Sistan (Sistema Statistico Nazionale) ha il compito per legge di elaborare le statistiche ufficiali dell’intero settore elettrico nazionale ed è pertanto anche responsabile per il nostro Paese delle comunicazioni statistiche ufficiali agli organismi internazionali come Eurostat, IEA, OCSE, ONU.

    Dove trovo l’applicazione GAUDÌ; sul sito Terna per gli adempimenti previsti dalla delibera ARG/elt 125/10?
    L’applicazione GAUDÌ è disponibile sul sito Terna, seguendo il percorso: www.terna.it > Sistema Elettrico > Gaudì

    Dove trovo l’elenco delle imprese distributrici di energia elettrica presenti sul territorio nazionale?
    Sul sito internet Terna, all’indirizzo impresedistributrici.terna.it, è pubblicato l’elenco delle imprese distributrici e dei relativi codici identificativi da loro utilizzati per la definizione dei codici POD. Nella stessa sezione è disponibile l’archivio storico delle variazioni societarie delle imprese. Terna rende inoltre disponibile, per ciascuna impresa distributrice riportata in elenco, l’indicazione della classificazione come impresa distributrice di riferimento o sottesa ai sensi dell’art.6 dell’Allegato A alla delibera 107/09 dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas (TIS).

    Cos’è il portale MyTerna?
    MyTerna è il portale B2B realizzato da Terna per rendere ancora piú efficiente ed efficace il rapporto commerciale e di comunicazione con gli Operatori Elettrici. E’ un portale di servizi che Terna mette a disposizione delle proprie controparti, è progettato sulle esigenze del singolo cliente e ad accesso riservato.

    A chi è rivolto MyTerna e quali servizi sono offerti?
    MyTerna è un portale rivolto a tutti gli Operatori Elettrici come, ad esempio: Utenti del Dispacciamento in Prelievo, Utenti del Dispacciamento in Immissione, Produttori, Distributori, Shipper, Interrompibili. Il portale offre ai suoi utenti la possibilità di effettuare numerose operazioni ed i servizi erogati sono organizzati nelle seguenti sezioni:
    I Tuoi Dati: permette di visualizzare in tempo reale i principali dati di interesse della relazione con Terna:

    • Dati anagrafici
    • Contratti e garanzie finanziarie
    • Dati di Fatturazione
    • Dati Tecnici e di mercato

     

    Gestione Anagrafica: permette di gestire direttamente i dati anagrafici della società gestendo inoltre i referenti e gli utenti.

    Gestione Richieste di Connessione RTN: permette di richiedere una nuova connessione alla rete Terna, verificando lo stato di avanzamento della pratica e di gestire e monitorare tutto il ciclo di vita della richiesta di connessione fino alla stipula del contratto.

    Gestione Contratti e Garanzie: permette di stipulare nuovi contratti, modificare, rinnovare o chiudere quelli esistenti, visualizzando lo stato di avanzamento delle pratiche. Inoltre per tutti i contratti che prevedono il versamento di una garanzia finanziaria a copertura delle obbligazioni contrattuali, è possibile gestire tutto il ciclo di vita delle garanzie. Si potranno gestire le richiesta di integrazione/riduzione, di sostituzione o di restituzione di una garanzia, visualizzando in tempo reale lo stato di avanzamento delle singole pratiche; In particolare ad oggi è possibile stipulare i seguenti contratti/convenzioni:

    • Dispacciamento in Immissione e Prelievo
    • Convenzioni CTR e MIS
    Comunicazioni con Terna: permette di aprire un ticket per inviare un claim o chiedere chiarimenti su specifici argomenti alle funzioni Terna competenti, verificando in tempo reale lo stato di avanzamento delle segnalazioni.
    Visualizzazione e consultazione delle principali news relative a Terna ed al mercato elettrico, dei link di interesse a supporto della operatività sul mercato elettrico e dei principali documenti richiesti nella gestione della relazione con Terna.

     

    Come ci si registra su MyTerna? Accedendo dall’indirizzo http://myterna.terna.it si potrà selezionare:

    • “Sei già utente del portale MyTerna” se ci si è già registrati al portale o se si vuole terminare l’iter di registrazione sostituendo la password provvisoria ricevuta via mail.
    • “Non sei ancora registrato al portale MyTerna” qualora si voglia effettuare la registrazione al Portale. E’ possibile registrare al Portale MyTerna:
      • una Controparte che ha già stipulato con Terna un contratto/convenzione o avviato una richiesta di connessione RTN,
      • un Nuovo Utente, che non ha con Terna ancora nessuna relazione contrattuale o richiesta di Connessione alla RTN.

     

    Cosa vuol dire richiedere una connessione alla rete Terna?
    Richiedere una connessione alla rete elettrica di Trasmissione Nazionale significa prevedere di immettere/prelevare energia nel sistema elettrico in Alta o Altissima tensione Italiano. Per tutti gli impianti con potenza superiore i 10.000 kW si è obbligati a riferirsi a Terna per le richieste di connessione.

    In quale area del portale MyTerna è possibile effettuare una richiesta di connessione alla RTN?
    Nella sezione del portale “I miei servizi” è presente l’area “Gestione richieste di connessione”. All’interno di quest’area, l’utente ha la possibilità di effettuare una richiesta di connessione alla RTN selezionando la voce “Nuova richiesta di connessione”: si dovrà quindi compilare un form dedicato e allegare i documenti richiesti.

    Come si ottiene la connessione alla rete?
    L’iter di connessione inizia con una richiesta da compilare mediante il portale My Terna, indicando i dati del richiedente e dell’impianto da connettere alla RTN. A seguire Terna elabora un preventivo che identifica le opere RTN necessarie alla connessione, unitamente ai relativi tempi e costi. Sulla base di questo preventivo deve essere realizzato il progetto di tali opere RTN che dovranno poi essere autorizzate dalle autorità preposte, al pari degli impianti dell’utente. Successivamente all’ottenimento delle autorizzazioni, sempre attraverso il portale, viene richiesta l’elaborazione della Soluzione Tecnica Minima di Dettaglio, che Terna elabora e invia all’utente. Infine si può procedere alla stipula del contratto di connessione.

    L’intero iter delle connessioni viene gestito sul portale MyTerna?
    Sì, ad eccezione del progetto e del contratto che continueranno ad essere gestiti in forma cartacea. Tutti gli altri adempimenti previsti nel ciclo di vita della pratica sono effettuati on-line tramite le funzionalità messe a disposizione dal portale (ad es. comunicazioni avanzamento iter autorizzativo, comunicazioni di stato avanzamento lavori, comunicazioni di invio dei programmi cronologici, accettazione del preventivo - STMG- e della soluzione di dettaglio - STMD).

    Come vengono autorizzate le opere RTN per la connessione?
    Le modalità di autorizzazione delle opere RTN necessarie alla connessione di un impianto alla RTN sono le seguenti due:
    nel caso di impianti di produzione da fonte rinnovabile viene seguito l’iter unico per impianto di produzione e opere RTN, ai sensi del D.Lgs. 387/03; per altri tipi di impianti, Terna può procedere autonomamente alla autorizzazione delle opere RTN necessarie alla connessione, seguendo l’iter ai sensi della L. 239/04.

    In quali casi è richiesto il versamento del 30% del corrispettivo di connessione all' atto dell' accettazione del preventivo di connessione?
    Il pagamento del 30% del corrispettivo di connessione all' atto dell' accettazione del preventivo di connessione è previsto solo ed esclusivamente per le richieste di connessione, o eventuale variazione di potenza di richieste già effettuate, presentate successivamente al 1 gennaio 2011.

    Ho una richiesta di connessione per un impianto di produzione sul quale devo effettuare la Comunicazione periodica di avanzamento dell' Iter Autorizzativo, come devo fare?
    Il form per effettuare la comunicazione è disponibile entrando nella vista "Visualizza pratiche Ge.Co." cliccando sul pulsante "Pratica" relativo alla pratica di connessione per la quale si vuole effettuare la comunicazione e successivamente su “comunicare Iter autorizzativo”. Il portale proporrà la possibilità di inserire delle note esplicative sullo stato di avanzamento dell' iter. È sufficiente inserire le note ed inviarle a terna per adempiere agli obblighi previsti della Del. AEEG 125/10. Si precisa che non è più necessario inviare alcuna documentazione né in cartaceo né in formato elettronico.

    Ho una richiesta di connessione per un impianto di produzione sul quale devo effettuare la Comunicazione avvio dell' iter Autorizzativo, come devo fare?
    Il form per effettuare la comunicazione è disponibile entrando nella vista "Visualizza pratiche Ge.Co." cliccando sul pulsante "Pratica" relativo alla pratica di connessione per la quale si vuole effettuare la comunicazione. Il portale proporrà la possibilità di caricare il documento di attestazione dell' avvio dell' iter autorizzativo; al termine del caricamento diverrà disponibile anche un campo nel quale inserire la data di avvio dell' iter autorizzativo.

    Ho una richiesta di connessione per un impianto di produzione sul quale devo effettuare la Comunicazione da Delibera AEEG 99/08 e s.m.i.,comunicare avvio/ritardo dell' avvio dei lavori, come devo fare?
    La comunicazione di cui in oggetto è presente sul portale con la nomenclatura "Comunicazioni SAL" (SAL "Stato Avanzamento Lavori"). Il form per effettuare la comunicazione è disponibile entrando nella vista "Visualizza pratiche Ge.Co." cliccando sul pulsante "Pratica" relativo alla pratica di connessione per la quale si vuole effettuare la comunicazione. Il portale proporrà la possibilità di inserire la data di avvio dei lavori o il motivo del mancato avvio dei lavori e, contestualmente, sarà possibile aggiornare le date presunte di avvio lavori, di fine lavori e di avvio in esercizio. È possibile verificare sullo scadenziario la data ultima entro quando deve essere effettuata la comunicazione ed i giorni rimanenti alla scadenza ("Visualizza le mie pratiche Ge.Co.", cliccando sul pulsante "Stato" relativo alla pratica in oggetto). Si precisa che non è più necessario inviare il modello cartaceo.