Lavora con noi |  Archivio Generale |  Fornitori |  Contatti 
it-ITen-GB

Terna è da sempre particolarmente attenta alla prevenzione dei rischi che potrebbero compromettere la gestione responsabile e sostenibile del proprio business. Per questo, aderendo alle indicazioni del Codice di autodisciplina per le società quotate nella Borsa Italiana e dell’Anac, abbiamo realizzato il portale Procedura segnalazioni – Whistleblowing, strumento web a disposizione di chiunque voglia segnalare situazioni che possano arrecare danno o pregiudizio all’azienda, come una frode, un rischio generico o una situazione potenzialmente pericolosa.

Il portale rientra nell’ambito degli strumenti di controllo interno adottati dal gruppo Terna per contrastare la corruzione, garantire correttezza e trasparenza nella conduzione degli affari e delle attività svolte, e tutelare la propria posizione e reputazione.

Le segnalazioni devono essere rese in buona fede e non in forma anonima. Per tutelare al massimo il “segnalante” e il “segnalato” sono state adottate le necessarie misure di sicurezza: viene garantita la riservatezza dell’identità di chi scrive e del contenuto della segnalazione attraverso protocolli sicuri e strumenti di crittografia che permettono di proteggere i dati personali e le informazioni, anche quelle comprese negli eventuali allegati.

L’organo aziendale competente per la gestione delle segnalazioni è il Comitato etico, i cui componenti, nominati dall’Amministratore Delegato, vengono scelti per rappresentare un punto di vista eterogeneo e un equilibrio tra le diverse società del Gruppo, funzioni e ruoli aziendali.

Per lo svolgimento delle attività di verifica, il Comitato etico si avvale delle funzioni Audit, Fraud Management e Presidio Modello 231. Le segnalazioni vengono gestite in modo trasparente attraverso un iter predefinito. L’intero processo garantisce ai segnalanti la tutela da pressioni e discriminazioni, dirette o indirette, dei soggetti deputati alla verifica delle segnalazioni, nonché la possibilità per il segnalante di seguire lo stato di avanzamento dell’istruttoria.

L’identità del segnalante non è mai rivelata senza il suo consenso, a eccezione dei casi previsti dalla normativa vigente.

Il Whistleblowing rappresenta quindi un ulteriore e importante tassello del sistema di sicurezza integrato di Terna, davvero unico in Italia.

Sapevate che?
Il portale “Procedura segnalazioni – Whisteblowing” di Terna è stato realizzato anticipando, di fatto, la maggiore novità del Decreto Legge approvato alla Camera il 15 novembre 2017 ovvero l’estensione della normativa sul whistleblowing al settore privato. L’allargamento della platea dei destinatari si è realizzato attraverso la modifica dell’art. 6 del D.lgs. 231/01 che il Gruppo Terna ha prontamente recepito provvedendo ad aggiornare il Modello 231 già a partire dal 1 dicembre 2017.

Grazie a protocolli sicuri di comunicazione e a sistemi di crittografia il portale: 

  • tutela l’identità del segnalante e non ne consente la rivelazione se non dietro suo esplicito consenso
  • tutela l’identità del segnalato
  • mantiene la riservatezza dell’informazione in ogni contesto successivo alla segnalazione 
  • consente la gestione informatizzata delle segnalazioni alle funzioni aziendali preposte al ricevimento e alla verifica delle stesse