Internal Dealing

 

La Procedura in materia di internal dealing di Terna per garantire trasparenza verso il mercato sulle operazioni aventi a oggetto azioni di TERNA e strumenti finanziari ad esse collegati compiute da “soggetti rilevanti” della Società e da persone a questi strettamente associate.

Terna, fin dall’aprile 2004, ha adottato un codice di comportamento in materia di internal dealing, per garantire trasparenza verso il mercato circa le operazioni di rilievo aventi a oggetto l’acquisto, la vendita, la sottoscrizione e lo scambio di azioni Terna ovvero di strumenti finanziari ad esse collegati, compiute - direttamente o indirettamente - da persone in possesso di rilevanti poteri decisionali in ambito aziendale e che abbiano accesso a informazioni price sensitive ("persone rilevanti"). In tale contesto Terna ha previsto per tali soggetti l’obbligo di astensione dall’effettuare – direttamente o indirettamente – operazioni soggette alla disciplina dell’internal dealing durante due blocking periods individuati a ridosso dell’approvazione del progetto di bilancio di esercizio e della relazione semestrale da parte del Consiglio di Amministrazione di Terna. Tali obblighi sono stati mantenuti anche nell’ambito dell’adozione della “Procedura per la gestione, il trattamento e la comunicazione al mercato delle informazioni relative ad operazioni su strumenti finanziari compiute da persone rilevanti” avvenuta a seguito della specifica disciplina sull’internal dealing introdotta dalla Legge 18 aprile 2005 n. 62 e completata con la relativa regolamentazione di attuazione emanata dalla CONSOB.

Successivamente, gli obblighi di comunicazione e di trasparenza sono stati ulteriormente adeguati, in conformità con quanto previsto dalla normativa europea in materia di market abuse in vigore dal 3 luglio 2016 (Regolamento (UE) n. 596/2014 completata dalle disposizioni Regolamento delegato (UE) 2016/522 e del Regolamento di esecuzione (UE) 2016/523, nell’ambito della vigente “Procedura sull’internal dealing” (la “Procedura”) adottata dal Consiglio di Amministrazione di Terna.

La Procedura, ai sensi dell’art. 19, comma 8, del Regolamento (UE) n. 596/2014, riguarda le operazioni, come individuate dalla normativa e riportate, di importo pari o superiore a 5.000 euro e comunque tutte le operazioni, indipendentemente dall’importo, “una volta che sia stato raggiunto un importo complessivo di 5.000 EUR nell’arco di un anno civile. La soglia di 5.000 EUR è calcolata sommando senza compensazione tutte le operazioni”, salva la più alta soglia che potrà essere prevista dalla CONSOB ai sensi della normativa vigente in base a quanto previsto dell’art. 19, comma 9, del Regolamento (UE) n. 596/2014.

In questa pagina è pubblicata la Procedura in vigore per l’identificazione delle “persone rilevanti” di Terna e delle loro “persone strettamente associate” e per la gestione, il trattamento e la comunicazione al mercato delle informazioni relative ad operazioni su strumenti finanziari da esse effettuate, nonché per la predisposizione e tenuta dell’elenco delle persone rilevanti istituito ai sensi della normativa vigente e per l’eventuale autorizzazione ai soggetti rilevanti al compimento di operazioni durante i blocking periods. Sono altresì rese disponibili, nell’apposita sezione archivio, la precedente versione della procedura e le comunicazioni al mercato effettuate da Terna a decorrere dal 1° aprile 2006 e relative alle operazioni soggette alla disciplina dell’internal dealing vigente per tempo effettuate dalle "persone rilevanti" di Terna e dalle persone ad essi strettamente legate.