Lavora con noi |  Archivio Generale |  Fornitori |  Contatti 
it-ITen-GB

Al cuore della transizione energetica europea. Siamo il più grande gestore di rete indipendente per la trasmissione dell’energia elettrica in Europa, tra i principali al mondo per chilometri di linee gestite (oltre 72mila). In virtù della nostra centralità nel mercato elettrico italiano, con una rete europea sempre più interconnessa, possiamo svolgere un ruolo strategico per favorire la transizione energetica verso modalità di produzione più efficienti ed eco-compatibili.

L’accento sulle attività domestiche regolate. Terna possiede il 99,6% della Rete di trasmissione nazionale (RTN): continueremo a puntare sulla modernizzazione e lo sviluppo della rete per assicurare la sicurezza e l'efficienza del mercato elettrico al minor costo possibile per cittadini e imprese. Ci muoviamo in un mercato regolato con periodi regolatori di 8 anni: per le attività domestiche stiamo aumentando gli investimenti annuali con l'obiettivo di raggiungere circa 4 miliardi di euro nei prossimi cinque anni secondo l’attuale Piano strategico, rispetto ai 2,6 miliardi di euro del piano precedente. Di conseguenza, il valore degli asset regolati del gruppo (RAB) continuerà ad avere un trend positivo, con una crescita media annua (CAGR) di circa il 2%, fino a circa 15,6 miliardi di euro nel 2021.

La capacità di cogliere le nuove opportunità. Attraverso la nostra esperienza e le nostre competenze tecniche siamo impegnati nello sviluppo di servizi per terzi, come Engineering, Procurement, Construction (EPC), Telecomunicazioni (TLC) e Operation & Maintenance (O&M). Prevediamo che queste attività non regolate contribuiscano all’EBITDA del gruppo per circa 350 milioni di euro in cinque anni, rispetto ai 200 milioni del Piano precedente. In ambito internazionale, la nostra esposizione resterà limitata alle attività di trasmissione con un basso profilo di rischio: si prevede un impegno di equity fino a circa 250 milioni di euro in cinque anni.

Solidità patrimoniale ed eccellente ritorno per gli azionisti. Il nostro è un profilo d'investimento a basso rischio: dall’IPO il titolo Terna ha registrato un ritorno complessivo per gli azionisti di circa il 430% (dati al 30 dicembre 2016). Per quanto riguarda la politica dei dividendi, abbiamo confermato ed esteso le ipotesi del Piano precedente al più ampio periodo 2017-2021, con una crescita annuale dei dividendi di circa il 3%, in linea con la prevista evoluzione degli utili.

Performance di sostenibilità. Creiamo valore per gli azionisti e per gli stakeholder con un continuo impegno in termini di eccellenza professionale e comportamento responsabile verso la comunità, nel pieno rispetto dell’ambiente e dei territori in cui operiamo. Abbiamo ottenuto un punteggio di 97/100 nella dimensione ambientale nel Dow Jones Sustainability Index: è il punteggio più alto nel settore Electric Utilities.