Lavora con noi |  Archivio Generale |  Fornitori |  Contatti 
it-ITen-GB

Perché una nuova rete elettrica

Terna incontraIl 21 giugno incontriamo i cittadini di Matera per presentare gli interventi di razionalizzazione delle linee elettriche in Alta tensione. L’obiettivo dei lavori è innovare il sistema elettrico della città, attraverso elettrodotti più moderni, sicuri e lontani dai centri abitati, con tratti interrati e quindi invisibili. Il confronto con la comunità locale è un momento fondamentale del nostro lavoro di condivisione dei progetti con i territori direttamente coinvolti dalle opere. In particolare, gli interventi nel comune di Matera sono il proseguimento del cammino iniziato nel 2008 e confermato il 14 giugno 2019 con la firma del Protocollo d’Intesa con il sindaco del Comune. L’accordo conferma che il dialogo costante con le istituzioni e il territorio assicura il massimo beneficio per tutti i soggetti coinvolti, a vantaggio delle comunità locali e dell’intero Paese.

Il progetto
All’interramento già realizzato della linea Matera CP - Matera si aggiungeranno due importanti interventi, che libereranno 37 ettari di territorio nel centro abitato e permetteranno di demolire 40 tralicci:

- la delocalizzazione della linea Matera - Grottole - Salandra dal centro urbano, con un parziale interramento del tratto in uscita dalla Cabina elettrica di Matera;

- l’interramento della linea Matera CP - Matera Nord che sarà inserito nel Piano di Sviluppo 2020.

Dettaglio degli interventi

Legenda

  • Linea 150 kV Matera CP - Grottole verrà demolita e delocalizzata
  • Linea 150 kV Matera CP – Matera Nord, verrà interrata
  • (cavo aereo) Linea 150 kV Matera CP – Matera 380 interrata nel 2011
  • Delocalizzazione linea 150 kV Matera CP – Grottole: consentirà la dismissione della vecchia linea
  • Variante in cavo della delocalizzazione aerea della linea 150 kV Matera CP - Grottole

40
sostegni sostenibili
37
ettari di terreno liberati
2
tratti di linea interrati

Lo sapevate che...

Al termine di un intenso percorso di candidatura e a seguito della valutazione da parte di una giuria internazionale, il 17 ottobre 2014 Matera è stata selezionata come Capitale europea della cultura per il 2019. Il prestigioso riconoscimento è stato attribuito alla città "per l’entusiasmo e l’innovatività artistica".  La giuria ha anche apprezzato la grande attenzione dedicata alla tecnologia digitale che oggi è ancor più rilevante in ambito culturale e sociale. Si va da un canale TV online alla digitalizzazione di archivi di beni culturali fino all’insegnamento dei linguaggi di programmazione per i più giovani. Tutto ciò costituisce un approccio lungimirante e innovativo alla gestione del patrimonio artistico e culturale della città.

Le tappe
Terna, dopo aver pianificato e condiviso con le istituzioni locali il nuovo intervento, presenta ai cittadini il progetto:

- Nel 2008 era stato siglato un Protocollo di Intesa per la razionalizzazione della rete in Alta tensione ricadente nel Comune di Matera. In particolare, si prevedeva l’interramento parziale dell’elettrodotto 150 kV “Matera – Matera CP”, della lunghezza di circa 5,4 chilometri, realizzato ed entrato in esercizio il 21 luglio 2011;
- Nel 2015 il Ministero dello Sviluppo economico ha autorizzato la delocalizzazione del tratto aereo, della lunghezza di circa 8,2 chilometri, dell’elettrodotto 150 kV “Matera CP - Grottole - Salandra”. I cantieri saranno aperti nel 2019.
- il 14 giugno 2019 è stato siglato un importante Protocollo d’Intesa con il comune di Matera che comprende gli interventi di delocalizzazione della linea 150 kV “Matera - Grottole – Salandra” dal centro abitato, con parziale interramento del tratto in uscita dalla Cabina elettrica di Matera e l’interramento della linea “Matera CP - Matera Nord”.

Durante il “Terna incontra” sarà illustrato e spiegato proprio il progetto contenuto nel protocollo, ascoltando le osservazioni e i dubbi della popolazione con l’obiettivo di condividere l’opera con i cittadini. 

La fotogallery