Terna si impegna attivamente nella prevenzione della corruzione attraverso un presidio strategico che si intreccia con i Sistemi di Controllo interni. Legalità e onestà sono due dei principi generali su cui si fondano il Codice etico e la conduzione delle attività aziendali.
La strategia di Terna al riguardo si articola in tre grandi aree: Modello organizzativo 231, Fraud management e formazione del personale.
I presidi e i sistemi presenti in Azienda hanno consentito l’attribuzione sin dal 2013 del rating di legalità alla Capogruppo con il massimo del punteggio da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM).

Nel 2015 non si è registrato alcun contenzioso pendente né si sono conclusi procedimenti penali in tema di corruzione. Dal 2005 (anno in cui è avvenuta l’unificazione tra proprietà e gestione della rete di trasmissione ed è nata Terna - Rete Elettrica Nazionale S.p.A.) a tutto il 2015 non vi sono state sanzioni pecuniarie significative né provvedimenti (amministrativi e giudiziari passati in giudicato) che abbiano imposto a Terna obblighi di “fare o non fare” o condannato penalmente i suoi dipendenti.

 


INIZIATIVE ANTI-CORRUZIONE 


Dal 2014 Terna è associata a Trasparency International, la più grande organizzazione a livello mondiale focalizzata sulla prevenzione e il contrasto della corruzione. 
Nell’ambito delle iniziative promosse dall’associazione, a inizio 2016 il Gruppo Terna ha aderito al Business Integrity Forum (BIF) insieme ad altre 11 grandi aziende italiane già attive sui temi dell’integrità e della trasparenza e impegnate  a sostenere la lotta alla corruzione nelle pratiche di business collaborando con il network a progetti comuni di diffusione culturale, di comunicazione e adozione di strumenti di contrasto. 

 

On-line i “Cantieri aperti & trasparenti” 

 

In linea con la sua cultura della trasparenza e della legalità, a novembre Terna, prima fra le aziende italiane, ha pubblicato “Cantieri aperti & trasparenti”.

Si tratta di uno spazio web, completamente dedicato ai cantieri in cui sono pubblicate e regolarmente aggiornate le principali informazioni su contratti, loro modalità di aggiudicazione, appalti e sub-appalti dei lavori in corso per la costruzione delle infrastrutture elettriche in Italia.

E’ un atto di trasparenza che coinvolge circa 750 imprese attivate e 4.000 persone coinvolte ogni giorno negli oltre 200 cantieri aperti in tutta Italia: partendo infatti da ogni singola opera sono disponibili non solo i dati relativi ai cantieri in termini di localizzazione e di aspetti tecnico-descrittivi ma anche quelli che definiscono l’organizzazione e le imprese presenti, lo stato di avanzamento e il focus economico. Con questo strumento chiunque può verificare l’avanzamento dei lavori delle grandi infrastrutture, il numero di imprese che hanno partecipato alla gara e i nominativi degli appaltatori a cui i lavori sono stati affidati.

Scopri di più su "Cantieri aperti & trasparenti" >