• 2017-2016-2015
  • 2014-2013-2012
  • 2011-2010-2009
  • 2008-2007-2006
2017
  • Rapporto di sostenibilità 2016: pubblicato ad aprile 2017 e giunto alla sua dodicesima edizione, il Rapporto, pur confermando la rispondenza alle Linee Guida GRI-G4, si discosta dalle precedenti edizioni per adottare una scansione tematica più coerente con quella utilizzata nel Rapporto integrato, ispirata al framework messo a punto nel 2013 dall’IIRC. I contenuti relativi alle “Relazioni con gli stakeholder” sono stati ampliati e includono anche le rispettive dimensioni economiche.
  • RobecoSAM - Sustainability Yearbook 2017 - A gennaio RobecoSAM, l’agenzia internazionale di rating che svolge gli assessment per definire annualmente la composizione del Dow Jones Sustainability Index, ha pubblicato il suo “Sustainability Yearbook 2017” che attribuisce a Terna l’appartenenza alla Silver Class, per via del suo punteggio vicino a quello dell’impresa leader nel settore Electric utilities.
2016

  • Rinnovate e ampliate le partnership con Legambiente, WWF Italia e Greenpeace, per migliorare sempre più la sostenibilità ambientale della Rete di Trasmissione Nazionale e promuovere una cultura della sostenibilità.
  • Terna si aggiudica il “Premio Imprese per la Sicurezza”, promosso da Confindustria e INAIL: viene premiato il suo grado di maturità nell’adozione di best practice internazionali in materia di sicurezza.
  • Next Energy: partito a maggio, si tratta di un primo progetto realizzato in partnership con Fondazione Cariplo e con la collaborazione di Polihub (Politecnico di Milano), per valorizzare giovani talenti e sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in ambito elettrico. 15 giovani neolaureati in ingegneria hanno svolto uno stage di 6 mesi in Terna e 10 giovani start-up hanno potuto seguire un programma di accelerazione di pari durata.

  • Rapporto di sostenibilità 2015: pubblicato a maggio 2016 e giunto alla sua undicesima edizione, il Rapporto di sostenibilità 2015 mette in luce risultati ambientali e sociali che, in alcuni casi, sono i migliori di sempre. Il documento contiene oltre 150 indicatori che, insieme a informazioni di contesto e a testi illustrativi, danno conto delle perfomance di Terna in quattro ambiti di responsabilità - per il servizio elettrico, economico, ambientale e sociale - oltre che delle iniziative di ascolto e coinvolgimento degli stakeholder. Il collegamento degli indicatori ai Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite evidenzia il contributo di Terna ai grandi obiettivi di sviluppo sostenibile su scala globale.

  • RobecoSAM - Sustainability Yearbook 2016: Unica azienda italiana ad entrare nella Gold Class del Sustainability Yearbook 2016 pubblicato a gennaio 2016 da RobecoSAM, Terna è stata inserita per il quarto anno nella Gold Class con il punteggio più alto nella sua storia e il più elevato fra le Electric Utilities. 

2015
  • Dow Jones Sustainability Index 2015: alla settima conferma consecutiva nel Dow Jones Sustainability Index Terna è Industry Leader nel settore Electric Utilities con un punteggio complessivo di 89/100 (punteggio medio del settore: 52/100) e in crescita di 2 punti rispetto allo scorso anno.

  • Rapporto di sostenibilità 2014: pubblicato a maggio 2015, è il decimo Rapporto di sostenibilità di Terna e adotta per la prima volta le Linee guida G4 del GRI-Global Reporting Initiative, in anticipo di un anno rispetto alla loro definitiva entrata in vigore. Per il quinto anno consecutivo sono stati realizzati confronti con altre aziende su 4 significativi indicatori ambientali e sociali per consentire agli stakeholder interessati di valutare dati e performance di Terna anche in relazione ad altre aziende.

  • "Le nuove regole per la sicurezza dell'ambiente": a marzo 2015 Terna ha promosso un convegno, rivolto a Istituzioni, membri del Governo, fornitori, associazioni ambientaliste e dipendenti per condividere una riflessione su competitività e ambiente e sulla necessità di adottare un modello di sicurezza integrata.

  • RobecoSAM - Sustainability Yearbook 2015: per il terzo anno Terna è stata inserita nella Gold Class del RobecoSAM, Sustainability Yearbook 2015 che, per il settore Electric Utilities, quest'anno conta solo tre inprese al mondo.
2014
  • Terna unico gestore di rete indipendente nell'indice Dow Jones Sustainability: l'agenzia svizzera di rating RobecoSAM ha confermato Terna negli indici Dow Jones Sustainability World (sesta presenza consecutiva) e Europe (quinta presenza consecutiva). Si tratta di un importante riconoscimento internazionale se si considera che quest'anno sono solo 8 le Electric Utilities incluse nell'indice World (erano 9 nel 2013) e appena 3 nellindice Europe (erano 5 nel 2013).

  • Accordo Terna - ANCI: ssociazione Nazionale dei Comuni Italiani hanno sottoscritto un accordo per condividere la localizzazione delle opere elettriche sul territorio italiano attraverso una sempre maggiore armonizzazione fra gli interventi di sviluppo di Terna e gli strumenti di pianificazione urbanistica e territoriale dei Comuni.
2013
  • Panel multistakeholder su temi rilevanti per Terna: in coerenza con le crescenti sollecitazioni del GRI (Global Reporting Initiative) e dell'IIRC (International Integrated Reporting Council) ad una maggiore focalizzazione sul tema della materialità -intesa come nuova chiave di lettura del business basata sull'integrazione delle istanze degli stakeholder con le strategie aziendali- a settembre si è svolto il primo panel di ascolto di Terna. I temi su cui l'Azienda ha invitato alcuni fra i suoi stakeholder più rappresentativi sono stati: l'Integrazione delle fonti rinnovabili; l'Accettazione delle nuove opere sul territorio (e gestione dell'impatto ambientale); la Salute e Sicurezza negli appalti di lavoro; lo Sviluppo delle reti nel quadro euro-mediterraneo e l'Integrità e trasparenza.

  • Accordo di partnership con WWF Italia: rinnovato a luglio con la firma del Presidente di Terna Luigi Roth e del Vice-Presidente di WWF Italia Raniero Maggini, prevede la realizzazione di uno studio ambientale sui cavi marini e un piano per ridurre le interferenze delle reti elettriche sulla biodiversità.

  • Fondazione Global Compact Network Italia: il 10 giugno Terna, assieme ad altre 17 organizzazioni tra aziende private, università ed enti di ricerca, fondazioni nonprofit ed organizzazioni della società civile, ha costituito dal Global Compact Network Italia la relativa Fondazione per diffondere la conoscenza dei 10 principi universali su diritti umani, lavoro, ambiente e lotta alla corruzione e promuoverne la diffusione presso imprese e organizzazioni italiane.

  • Terna, WWF e Parco Nazionale del Gran Sasso: la collaborazione tra Terna e WWF Italia per realizzare progetti nelle aree prioritarie di Conservazione Eco-regionale (ERC) è proseguita nel 2012 e si è concretizzata in un intervento di ripristino vegetazionale nel Parco Nazionale del Gran Sasso, in Abruzzo. Il progetto, una volta ultimato, è stato presentato a marzo.

  • RobecoSAM - Sustainability Yearbook 2013: a gennaio Terna, unica società elettrica italiana, è stata confermata, per il secondo anno consecutivo, nella Gold Class del "RobecoSAM Sustainability Yearbook 2013" che quest'anno annovera solo 67 aziende al mondo. L'appartenenza alla Gold Class è indicativa di un punteggio di rating che si discosta meno dell'1% da quello della società leader di settore.
2012
  • Progetto di Rapporto Integrato: a luglio Terna pubblica on-line il suo "Progetto di Rapporto integrato" che propone una lettura integrata della Relazione Finanziaria 2011 e del Rapporto di sostenibilità secondo i principi dell'IIRC - International Integrated Reporting Council al cui Pilot Programme adersice insieme a circa 80 aziende nel mondo.

  • “Terna a confronto": nel Rapporto di Sostenibilità 2011 l’analisi di alcune prestazioni ambientali e sociali di Terna viene estesa attraverso il confronto con altre aziende. Gli indicatori trattati riguardano le emissioni di CO2, le perdite di SF6, il consumo di acqua, la produzione di rifiuti, la formazione, i differenziali retributivi per genere e il tasso di turnover in uscita del personale.

  • Protocollo d’Intesa con 18 Associazioni di consumatori: ad aprile 2012 Terna sottoscrive per condividere proposte e azioni su temi di interesse comune, a beneficio degli utenti del servizio elettrico.
2011
  • Global Compact: a seguito delle elezioni avvenute a ottobre 2011 Terna entra nello Steering Committee del Global Compact Network.

  • Integrated Reporting: Terna aderisce al Pilot Programme dell'International Integrated Reporting Council per la sperimentazione di forme di integrazione nella rendicontazione finanziaria e di sostenibilità.

  • LBG - The London Benchmarking Group: Terna entra a far parte di LBG, associazione inglese che raduna le aziende leader nella misurazione degli effetti delle proprie iniziative benefiche nella comunità.

  • Accordo di partnership con WWF Italia: realizzati e inaugurati i lavori nelle 3 Oasi WWF di Padule - Orti Bottagone, Stagni di Focognano e Torre Salsa.
2010
  • Rapporto di sostenibilità: con la quinta edizione del documento Terna raggiunge il livello massimo A+ previsto dallo standard del GRI-Global Reporting Initiative.

  • Adesione a Anima: Terna entra a far parte dell’Associazione non profit promossa nel 2001 dall’Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma per diffondere sul territorio una cultura che coniughi il profitto con la creazione di benessere per la comunità.

  • “Vota il tuo valore”: con il lancio di questa iniziativa, Terna sollecita un feedback dalle proprie persone per decidere come indirizzare i fondi destinati alle iniziative solidali dell'anno successivo.

  • Elettrificazione di Kami (Bolivia): in questo distretto delle Ande Boliviane, affiancandosi alla ONG italiana COOPI - Cooperazione Internazionale, Terna ha giocato un ruolo decisivo nella progettazione e nella realizzazione di 37 km di linea elettrica a 70 kV.
2009
  • Adesione al Global Compact: nella riunione del 16 dicembre, il Consiglio di Amministrazione di Terna delibera l’adesione al Global Compact delle Nazioni Unite, rinnovando il proprio impegno in materia di diritti umani, lavoro, ambiente e prevenzione della corruzione.

  • Ingresso nel Dow Jones Sustainability World Index: Terna entra a far parte di questo prestigioso indice che seleziona circa 300 aziende in tutto il mondo tra le 2.500 a maggiore capitalizzazione in base all’eccellenza dei risultati in ambito economico, ambientale e sociale. Soltanto 12 le società italiane presenti.

  • Accordo con il WWF: Terna firma un accordo per uno sviluppo della rete elettrica nazionale più sostenibile e armonizzato con la strategia di conservazione eco regionale promossa dal WWF.
2008
  • Accordo con LIPU: con la Lega Italiana Protezione Uccelli Terna sigla un accordo per verificare il reale impatto della rete di trasmissione nei confronti dell’avifauna, così da valutare eventuali azioni di mitigazione.

  • Nascita della Fondazione Sodalitas: Terna è tra i promotori della Fondazione impegnata nella promozione della Responsabilità Sociale d'Impresa e del dialogo tra imprese e mondo non profit.
2007
  • Certificazioni ISO 14001 e OHSAS 18001: dopo la certificazione di Qualità ISO 9001:2000 avuta nel 2001, Terna ottiene la Certificazione per la Gestione Ambientale ISO 14001:2004 e quella per la Gestione della Sicurezza del Lavoro e Tutela della Salute OHSAS 18001:1995. Le certificazioni riguardano il complesso delle attività di Terna, sia quelle svolte sugli impianti esistenti, sia quelle di progettazione e realizzazione di nuovi investimenti di sviluppo della rete elettrica di trasmissione.

  • Seconda edizione del Rapporto di sostenibilità: rispetto al Rapporto pubblicato da Terna l’anno precedente il nuovo documento - che ottiene rating B+ - presenta importanti novità: è stato predisposto tenendo conto delle linee guida definite nel 2006 da GRI-Global Reporting Iniziative, con l’assurance esterna di KPMG.
2006
  • Nuovo Codice Etico: Il Consiglio di Amministrazione di Terna adotta un nuovo Codice Etico che sostituisce quello entrato in vigore nel maggio 2002. Il documento tiene conto del mutato assetto della società e dei principi contenuti nel Global Compact delle Nazioni Unite: identifica gli stakeholder di Terna e traccia le linee etiche relative alle problematiche che nascono nella conduzione del business della trasmissione di energia elettrica.

  • Rapporto di sostenibilità: con questa pubblicazione, alla sua prima edizione, Terna intende mettere a conoscenza di tutti i propri stakeholder le attività e le performance che esulano dai semplici risultati economico-finanziari riportati nel Bilancio di esercizio.

  • Istituzione della funzione CSR: a marzo, all’interno della Direzione Relazioni Esterne e Comunicazione, Terna istituisce la funzione Responsabilità Sociale d’Impresa e Comunicazione Interna.