Lavora con noi |  Archivio Generale |  Fornitori |  Contatti 
it-ITen-GB

Il passaggio di una nuova linea elettrica è un fatto che può interessare molti soggetti: dal singolo proprietario del terreno, che dovrà ospitarne un tratto alla comunità locale; dal produttore di energia elettrica che vuole connettersi alla rete di trasmissione, all’azionista che vede aumentare il valore del suo investimento; dai dipendenti che dovranno progettarla, farla autorizzare e infine costruirla, alle ditte che ne avranno l’appalto.

Ci sono anche altri “portatori di interessi” (“stakeholder”) che non hanno voce ma che, proprio per questo, vanno considerati e tutelati: l’ambiente, gli animali che potrebbero interagire con essa – soprattutto gli uccelli – e, più in generale, le generazioni future che ci stanno “prestando” il pianeta in cui viviamo.

L’insieme di strumenti utili per gestire al meglio le relazioni con gli stakeholder, evitando il rischio di non percepire in tempo l’insorgere di eventuali problemi, è descritto nella Linea guida “Modello di gestione degli stakeholder”*.

Ogni anno uno specifico programma di engagement individua le azioni da compiere per avvicinare le reali modalità di relazione a quelle ottimali e per ascoltare ciclicamente gli stakeholder più influenti.

Nel 2017 è stato realizzato il secondo monitoraggio annuale attraverso alcune iniziative di engagement diretto degli stakeholder, come le survey sui clienti delle Attività Non Regolate, sui dipendenti e presso alcune comunità locali.

*La Linea guida è stata definita nel 2015 in coerenza con lo standard AA1000 Stakeholder Engagement Standard (SES) sviluppato da AccountAbility nella versione 2011 poiché l’ultimo aggiornamento dello standard è stato pubblicato a novembre 2015, quando la Linea guida era già stata adottata.