Lavora con noi |  Archivio Documenti |  Fornitori |  Contatti 
it-ITen-GB

Il passaggio di una nuova linea elettrica è un fatto che può interessare molti soggetti: dal singolo proprietario del terreno, che dovrà ospitarne un tratto alla comunità locale; dal produttore di energia elettrica che vuole connettersi alla rete di trasmissione, all’azionista che vede aumentare il valore del suo investimento; dai dipendenti che dovranno progettarla, farla autorizzare e infine costruirla, alle ditte che ne avranno l’appalto.

Ci sono anche altri “portatori di interessi” (“stakeholder”) che non hanno voce ma che, proprio per questo, vanno considerati e tutelati: l’ambiente, gli animali che potrebbero interagire con essa – soprattutto gli uccelli – e, più in generale, le generazioni future che ci stanno “prestando” il pianeta in cui viviamo.

In seguito alla revisione della sua mappa degli stakeholder, Terna ha definito un suo “Modello di gestione degli stakeholder”, basato sullo standard AA1000 Stakeholder Engagement Standard (SES) sviluppato da AccountAbility e descritto in una Linea guida adottata dal Gruppo a ottobre 2015.

Nel suo complesso il “Modello” è un insieme di strumenti finalizzati a fornire a Terna un termometro dell’evoluzione del suo capitale relazionale, a evitare il rischio di non percepire in tempo l’insorgere di eventuali problemi e a creare valore attraverso il contributo partecipativo degli stakeholder.

Nel 2016 è stato realizzato il primo monitoraggio annuale. Il lavoro ha coinvolto tutte le Direzioni aziendali e ha previsto alcune iniziative di engagement diretto degli stakeholder, come la survey sui clienti del business non regolato.