Lavora con noi |  Archivio Generale |  Fornitori |  Contatti 
it-ITen-GB
  • Selezione
  • Formazione

L’inserimento di nuovo personale dall’esterno rappresenta, insieme con la formazione dei dipendenti, lo strumento principale per garantire il rinnovo e l’aggiornamento delle competenze necessarie a realizzare la propria missione.

Gli inserimenti di personale riguardano principalmente tecnici diplomati e neolaureati, una quota importanti dei quali è rappresentata da ingegneri.Il processo di ricerca e selezione del personale include anche il presidio dei rapporti con Scuole, Università, Business School e altri centri di eccellenza. 

Nel corso del 2018 Terna ha partecipato a 17 Career Day, siglato 17 sponsorizzazioni e partnership con Università e Master accreditati, stipulato più di 40 convenzioni e attivato 29 tirocini/stage. In generale, il canale principale attraverso cui Terna reperisce le candidature è la sezione dedicata del proprio sito Web: Lavorare in Terna.

Il quadro complessivo di tutti i dati sociali Terna è disponibile per il download qui.

Insieme con la ricerca e l’assunzione di risorse dall’esterno, in Terna la formazione ha un ruolo di rilievo nel garantire la persistenza e l’evoluzione nel tempo del complesso delle competenze -tecniche, manageriali, comportamentali- necessarie per il servizio elettrico e, più in generale, per la realizzazione delle strategie aziendali.

Terna formula i propri programmi formativi allineandoli ai migliori standard e adeguandoli, nel tempo, all’evoluzione del grado di scolarità dei nuovi assunti e alla modifica dei requisiti di competenze e know-how necessari per l’organizzazione interna.

Nel 2018:

  • sono state erogate 203.556 ore di formazione, di cui il 70% svolte da docenti interni
  • Il 100% dei dipendenti ha partecipato ad almeno un corso di formazione
  • le ore di formazione pro capite sono state 55, in linea con il target per il biennio 2018-2019 pari a 45 ore pro capite che rappresenta il mantenimento di una performance di eccellenza rispetto alla media delle principali società quotate italiane (circa 30 ore pro capite nelle società del FTSE-MIB)
LA FORMAZIONE DEL PERSONALE
Unità  2018 
2017
2016
Ore totali erogate 203.556  178.856 203.066
Ore medie di formazione per dipendente 55  50 61
Copertura dei dipendenti (1) 100  100 99
(1) % di dipendenti che hanno effettuato almeno un corso di formazione

ORE MEDIE DI FORMAZIONE SUDDIVISE PER CATEGORIA DI LAVORATORI
2018 
2017
2016
Dirigenti 29  17 31
Quadri 32  36 49
Impiegati 59  43 48
Operai 64  73 90

 

Il quadro complessivo di tutti i dati sociali Terna è disponibile per il download qui.

Il nostro centro di addestramento
Per quanto riguarda l’addestramento al lavoro in sicurezza per la salita ai tralicci e al lavoro sotto tensione, Terna ha il suo punto di riferimento nel Centro di addestramento di Viverone (Biella, Piemonte). Il Centro ospita un laboratorio elettrico e uno meccanico. Il primo viene utilizzato per effettuare:
  • prove di isolamento e conduzione
  • collaudi
  • prove periodiche delle attrezzature



Nel laboratorio meccanico, invece, in occasione di collaudi, vengono eseguite prove di:
  • trazione
  • compressione
  • flessione
  • torsione

Il Centro di addestramento di Viverone dispone di una specifica apparecchiatura messa a punto per i dipendenti che devono essere addestrati al lavoro sotto tensione e, nel corso del 2013, ha ottenuto il primo accreditamento del Sistema di Gestione del suo laboratorio in conformità alla norma ISO/IEC 17025:2005.

A settembre 2014 sono state attuate ulteriori verifiche da parte dell’Ente Accedia che hanno confermato l’esito positivo. In questo modo il Gruppo Terna è diventato, a livello nazionale ed europeo, il punto di riferimento nel settore energetico in “alta tensione”, in quanto unico soggetto accreditato per rilasciare certificazioni in merito alle prove effettuate sulle attrezzature per i Lavori Sotto Tensione (LST).

A quattro chilometri dal sito di Viverone è stato attrezzato un ampio spazio all’aperto per l’addestramento per la salita ai sostegni.
Il campo è dotato di oltre 3.600 metri di linee aeree che riproducono le tipologie più ricorrenti di linee e sostegni utilizzate nell’alta tensione. Viene utilizzato anche per attività di sperimentazione.