Lavora con noi |  Archivio Generale |  Fornitori |  Contatti 
it-ITen-GB

Target di medio/lungo periodo

 

L’impegno di sostenibilità di Terna si traduce in un Piano di sostenibilità che prevede sia la realizzazione di progetti, con relative milestone, sia il raggiungimento di obiettivi per cui è predefinito un target. Vengono qui presentati alcuni obiettivi, selezionati per la loro importanza, per i quali viene indicato il target numerico e l’anno, o l’arco temporale, cui il target si riferisce

KPI Ambientali

Perdite di GAS SF6
Descrizione:
Il gas SF6 (esafluoruro di zolfo) è un gas isolante utilizzato nelle stazioni elettriche quando è importante ridurre le dimensioni degli impianti: il gas sigillato consente infatti di avvicinare le componenti elettriche molto più che all’aria aperta. Il gas SF6 non è tossico ma ha un potente effetto serra: le perdite di SF6 sono la principale fonte di emissioni dirette di Terna. L’obiettivo è di mantenere un basso livello di incidenza delle perdite (in % sul totale di gas installato). Dopo alcuni anni di risultati in miglioramento e comunque molto inferiori alla media europea (0,90%), nel 2017 è stato stabilito un nuovo target di mantenimento - per il 2018 e 2019 - della buona performance registrata (0,47%) e di ulteriore riduzione (0,45%) per il triennio successivo.
Metrica
Perdite di gas nell’anno, in % del totale di gas presente nelle apparecchiature (al netto di guasti significativi)
Trend
2015: 0,44%; 2016: 0,39; 2017: 0,47%; 2018: 0,38%
Target
0,47% nel 2018-19; 0,45% nel 2020-22
Anno/Periodo di riferimento
2022
Avanzamento
Nel 2018 - primo anno dell’attuale periodo di riferimento - il risultato (0,38%) è stato migliore del target (0,47%)
Linee demolite
Descrizione:
Impatto visivo e occupazione del suolo sono i principali impatti ambientali degli impianti di Terna. Negli ultimi anni Terna ha volontariamente proceduto alla demolizione di tratti di linea divenuti non più necessari grazie agli investimenti realizzati nello sviluppo della rete e intende proseguire su questa strada. Nel periodo 2010-2018 le demolizioni hanno interessato 1089 km di linee.

Nel 2016 è stato stabilito un target di 140 km rimossi nel biennio 2017-2018. Nel Piano Strategico 2019-2023 è stato inserito un nuovo obiettivo per la demolizione di ulteriori 382 km nell’orizzonte di Piano.
Metrica
Km di linee rimossi (demoliti fisicamente)
Trend
2015: 98; 2016: 290; 2017: 98; 2018: 87
Target
140 Km
Anno/Periodo di riferimento
2017-2018
Avanzamento
Il target è stato conseguito: nel biennio 2017-2018 sono stati demoliti 185 km di linee
Efficienza energetica delle sedi
Descrizione:
Il miglioramento delle prestazioni energetiche delle principali sedi di Terna contribuirà alla riduzione dei consumi di energia e a un maggiore ricorso alle fonti rinnovabili, con effetti positivi in termini di riduzione delle emissioni climalteranti. Nel 2010, la % di cubatura delle sedi principali in classe A-B-C era dell’8%. Nel 2015, dopo la realizzazione della prima parte del programma di efficienza energetica, è stata pari al 45%. L’obiettivo è di arrivare al 70% nel 2020, con nessun edificio nelle classi F-G.
Metrica
Sedi principali di Terna in classe energetica A-B-C (espressi in % della cubatura totale delle sedi considerate)
Trend
2015: 45%; 2016: 53%; 2017: 53%; 2018: 53%
Target
70%
Anno/Periodo di riferimento
2020
Avanzamento
Nel 2018, in linea con i programmi, non sono stati effettuati lavori finalizzati all’efficienza energetica delle sedi principali. Il KPI è rimasto pertanto al livello del 2017 (53%). Questo andamento è coerente con il raggiungimento del target al 2020

Torna su

KPI Sociali

Tasso di turnover in uscita dei giovani
Descrizione:
Un basso tasso di uscita dei dipendenti sotto i 35 anni è un indicatore della capacità di trattenere le risorse di più recente assunzione. A seguito dell’operazione di ricambio generazionale, che ha portato all’ingresso di circa 800 giovani nel periodo 2015-2017, e dell’ingente investimento in formazione che Terna ha messo e metterà in campo, è importante che il tasso di uscita degli under 35 rimanga contenuto nei prossimi anni. Il KPI è rimasto su valori contenuti negli ultimi anni; il target fissato per il biennio 2018-2019 riflette un’aspettativa di maggiore dinamica complessiva del mercato del lavoro rispetto agli anni precedenti.
Metrica
Tasso annuo di turnover in uscita per dimissioni volontarie dei dipendenti sotto i 35 anni
Trend
2015: 0,7%; 2016: 1,4%; 2017: 1,0%; 2018: 1,6%
Target
KPI ≤ 2% nella media del biennio
Anno/Periodo di riferimento
2018-2019
Avanzamento
Per il primo anno del biennio di riferimento 2018-2019 il risultato (1,6%) è stato migliore del target medio fissato per il biennio stesso (2%)
Ore di formazione pro capite
Descrizione:
La formazione è il principale veicolo di creazione e aggiornamento delle competenze, sia tecniche sia di tipo soft, per i dipendenti. La formazione iniziale è importante per mettere le persone in grado di operare in modo efficace, efficiente e rispettoso delle regole (es. sicurezza). La formazione continua agevola l’adattamento ai cambiamenti tecnologici, organizzativi e di contesto. Dopo il risultato record di 61 ore pro capite nel 2016, nel 2017 il KPI si è assestato su 50 ore di formazione pro capite. Il target per il 2018-2019 rappresenta il mantenimento di una performance di eccellenza rispetto alla media delle principali società quotate italiane (circa 30 ore pro capite nelle società del FTSE-MIB).
Metrica
Ore di formazione per dipendente
Trend
2015: 56; 2016: 61; 2017: 50; 2018: 55
Target
KPI ≥ 45 nella media del biennio
Anno/Periodo di riferimento
2018-2019
Avanzamento
Per il primo anno del biennio di riferimento 2018-2019 il risultato (55 ore di formazione per dipendente) è stato superiore al target medio fissato per il biennio stesso
Sicurezza sul lavoro
Descrizione:
La sicurezza sul lavoro è un aspetto centrale della gestione del personale, cui deve essere dedicata una costante attenzione da parte di tutti, con regole, controlli, formazione e rigorosa applicazione. E’ un elemento fondante della cultura e dei valori del Gruppo, come sancito anche dal Codice etico, ed è presente come obiettivo nei sistemi di incentivazione. Il KPI è basato sulla ponderazione di due metriche tipiche della sicurezza sul lavoro - il tasso di frequenza degli infortuni (peso: 30%) e il tasso di gravità degli infortuni (peso: 70%) - ed è espresso come il rapporto tra l’indicatore ponderato relativo all’anno target e quello relativo al triennio precedente Il target ≤ 1, definito per il 2018 e poi inserito per tutti gli anni nel Piano Strategico 2019-2023, è significativo di un miglioramento continuo.
Metrica
Indice di sicurezza
Trend
Indice di frequenza degli infortuni
2015: 4,2; 2016: 5,0; 2017: 4,0; 2018: 6,4

Indice di gravità degli infortuni
2015: 0,18; 2016: 0,16; 2017: 0,14; 2018: 0,17

Indice di sicurezza
2015, 2016, 2017: indice < 1; 2018: indice > 1
Target
KPI ≤ 1
Anno/Periodo di riferimento
2018-2023
Avanzamento
Il risultato del 2018 è stato inferiore al target. Nello stesso anno sono state avviate nuove iniziative finalizzate alla riduzione degli infortuni

Torna su