Investimenti in forte crescita per accompagnare la transizione energetica

In questo contesto di grande cambiamento a livello globale, le reti elettriche e gli operatori delle reti di trasmissione come Terna hanno un ruolo sempre più centrale, con obiettivi sfidanti legati a sostenibilità, competitività e sicurezza.

miliardi di euro

+ %

rispetto al piano precedente

Investimenti del piano strategico 2019-2023 nel regolato

Siamo pronti a raccogliere la sfida: il nostro piano strategico 2019-2023 prevede investimenti di 6,2 miliardi di euro in Italia, l’impegno economico di Terna più alto di sempre, in aumento di quasi il 20% rispetto al precedente piano. Questo ci consente di giocare un ruolo attivo nella fase di transizione energetica, e all’Italia di far fronte alle sfide del settore elettrico in modo sicuro, efficiente e sostenibile.

La forte accelerazione impressa agli investimenti permette infatti di sostenere lo sviluppo infrastrutturale del Paese, accompagnando il sistema elettrico verso la completa decarbonizzazione e favorendo la piena integrazione in rete di energia da fonti rinnovabili. Al tempo stesso, dobbiamo rinnovare gli asset del gruppo per migliorare la qualità del servizio e l’efficienza, investire in digitalizzazione, accrescere la sicurezza e la stabilità della rete anche con il potenziamento delle interconnessioni con l’estero.

La ricerca di soluzioni e tecnologie innovative per lo sviluppo e l’ammodernamento della rete di trasmissione nazionale sarà ancor più strettamente condivisa con tutti i principali stakeholder sul territorio, con un approccio proattivo di ascolto e dialogo che prevede il coinvolgimento attivo dei cittadini. Inoltre, il 60% delle nuove linee elettriche che entreranno in esercizio nell’arco del piano sarà "invisibile", perché realizzate in cavo terrestre o sottomarino, con ridotto impatto ambientale. Attenzione all’ambiente e sostenibilità si configurano come straordinari abilitatori strategici nella generazione di valore per il Paese.

Sostenibilità e dialogo con il territorio, innovazione e digitalizzazione, persone e know-how industriale, rappresentano gli elementi chiave del nostro sviluppo.

Ruolo guida nella transizione energetica sostenibile

Ruolo guida nella transizione energetica sostenibile

Regolato

90,5%
dei ricavi 2018

Non regolato

8,9%
dei ricavi 2018

Internazionale

0,6%
dei ricavi 2018

Giocare un ruolo chiave nella transizione energetica

Sviluppare soluzioni a valore aggiunto

Valorizzare all'estero il know-how aziendale

Pilastri

Fattori chiave

A servizio della transizione energetica

Rafforzare le competenze core e l'apertura all'innovazione

700 €/mln
di investimenti

Innovazione

284
under 30 assunti nel 2018

Persone

Regolato

Intendiamo rafforzare ulteriormente il nostro core-business in Italia, investendo sulla rete elettrica, che costituisce il backbone energetico del Paese.

Daremo la massima priorità a tutte le attività che consentano al Paese di far fronte alle sfide energetiche in modo sicuro, efficiente, sostenibile.

Oltre

miliardi di euro

Sviluppo della rete elettrica nazionale

Rafforzeremo le interconnessioni con l’estero (in particolare con la Francia e il Montenegro), con l’obiettivo di aumentare la capacità di scambio transfrontaliera e di facilitare la progressiva integrazione dei mercati europei. In particolare avvieremo i lavori del nuovo progetto SA.CO.I.3 (il rafforzamento del collegamento tra Sardegna, Corsica e Penisola Italiana).

Realizzeremo progetti per migliorare le connessioni fra le varie zone del mercato domestico, attraverso tre connessioni sottomarine e una serie di elettrodotti concentrati in particolare nelle zone del Centro-Sud e in Sicilia.

Modernizzeremo le reti in alcune grandi aree metropolitane, come Milano, Roma, Napoli e Palermo.

Per maggiori dettagli sui progetti si vedano gli investimenti di Terna per il paese.

~

miliardi di euro

Piano di difesa

Prevediamo di realizzare e installare dispositivi per aumentare la sicurezza e la stabilità del sistema e sviluppare la nostra rete di fibra ottica, con un piano di nuova posa.

Oltre

miliardi di euro

Progetti di rinnovo ed efficienza

Investimenti per migliorare la qualità del servizio e integrare la rete elettrica acquisita a fine 2015 dal Gruppo FSI.

Dei 5,3 miliardi di investimenti previsti, 4 miliardi sono già stati autorizzati

Nell’ambito delle tre categorie di investimento citate sopra, dedicheremo circa 600 milioni di euro allo sviluppo di soluzioni innovative e alla digitalizzazione, fondamentali per permetterci di gestire i flussi di elettricità sulla rete in modo sicuro, efficiente e affidabile, sia per compensare la variabilità della domanda, sia soprattutto perché la generazione da fonte rinnovabile è per natura intermittente.

Verranno in particolare introdotti nuovi sistemi digitali per il controllo e la diagnostica da remoto delle stazioni elettriche.

Piano di sviluppo

Il Piano della Rete di Trasmissione Nazionale viene presentato annualmente al Ministero dello Sviluppo Economico per l’approvazione. Nel Piano sono indicati gli interventi previsti per i successivi dieci anni e lo stato di avanzamento delle opere pianificate negli anni precedenti. Il Piano di Sviluppo 2018 (PdS) prevede investimenti per circa 12 miliardi di euro. Per maggiori dettagli si vedano gli investimenti sulla rete elettrica italiana.

Torna su