2040
TARGET
-32% (vs 1990)
2040
TARGET
-65% (vs 1990)
2040
TARGET
-65% (vs 1990)
2030
TARGET
-40% (vs 1990)
Crescita PIL e popolazione
bassoalto
Efficienza energetica nei consumi per usi finali
bassoalto
Fabbisogno di elettricità
bassoalto
FER elettriche (vento e solare)
bassoalto
Elettrificazione
bassoalto
Gas naturale
bassoalto
Biometano e gas verdi
bassoalto

Business As Usual (BAU)

Lo scenario BAU è stato sviluppato con approccio bottom-up, caratterizzato da logiche predittive regressive e meccanismi di switching tecnologico di tipo technology-driven basati solamente sul merito economico (ad es. passaggio da caldaie tradizionali a caldaie a condensazione solo quando la tecnologia diventa più conveniente).

Si tratta di uno scenario a politiche correnti, costruito considerando crescita economica moderata, che non prevede il raggiungimento dei target di policy previsti al 2030, né le indicazioni di lungo periodo.

Lo scenario BAU proietta inerzialmente gli andamenti attuali con misure di incentivazione minime dell'efficienza energetica e crescita lenta delle rinnovabili

Centralised (CEN)

Lo scenario CENTRALISED è costruito secondo un approccio top-down, caratterizzato da meccanismi di switching tecnologico di tipo technology-pull (i.e. diffusione di tecnologie in funzione del raggiungimento di specifici target) e caratterizzato, in più rispetto allo scenario BAU, da una fase di verifica del raggiungimento degli obiettivi di policy ed eventuale iterazione.

Si tratta di uno scenario di sviluppo, costruito considerando crescita economica sostenuta, che permette il raggiungimento dei target 2030 previsti nel Clean energy for all Europeans Package e delle indicazioni di lungo periodo. La qualifica “Centralised” fa riferimento ad un maggiore sviluppo di tecnologie rinnovabili/low carbon centralizzate (i.e. maggiore sviluppo di fotovoltaico ed eolico di tipo utility-scale e maggior ricorso al termoelettrico tradizionale, con combustione di gas verdi).

Nello scenario CEN si prevede crescita economica sostenuta, phase-out degli impianti a carbone entro il 2025, forte crescita delle rinnovabili di tipo utility-scale, diffusione di biomentano ed altri gas verdi, utilizzo di CCS e CCU

Decentralised (DEC)

Lo scenario DECENTRALISED, come il CEN, è uno scenario di sviluppo, costruito secondo un approccio top-down per permettere il raggiungimento dei target 2030 previsti nel Clean energy for all Europeans Package e delle indicazioni di lungo periodo. La qualifica “Decentralised” fa riferimento, specularmente allo scenario CEN, ad un maggiore sviluppo di sistemi di generazione decentralizzati (i.e. in particolare fotovoltaico accoppiato con sistemi di accumulo elettrochimico small-scale) e ad una maggiore elettrificazione dei consumi finali (i.e. diffusione di pompe di calore elettriche ed auto elettriche).

Nello scenario DEC si prevede crescita economica sostenuta, phase-out degli impianti a carbone entro il 2025, forte crescita delle rinnovabili di tipo small-scale accoppiate con sistemi di accumulo, incentivi per l'efficienza energetica, forte elettrificazione dei consumi

PNIEC

Lo scenario PNIEC è l’attuale scenario di policy italiano, basato sulla proposta di Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima, che permette di traguardare gli obiettivi di decarbonizzazione, copertura rinnovabile ed efficienza energetica previsti al 2030 dal Clean energy for all Europeans Package.

Si tratta di uno scenario top-down, ricostruito nel gruppo congiunto di lavoro utilizzando i dati ricavabili direttamente dalla proposta di piano e da altra documentazione pubblica.

Nello scenario PNIEC si prevede crescita economica sostenuta, phase-out degli impianti a carbone entro il 2025, forte crescita delle rinnovabili e di sistemi di accumulo sia elettrochimici che di pompaggio, elettrificazione sostenuta del settore riscaldamento e trasporti